Il Bologna inizia bene, poi rimedia un 2-2

Sport
Tipografia

Una partita, contro il Chievo, cruciale per il Bologna, che deve far punti per allontanarsi dalla zona retrocessione.

Una partita da dentro o fuori che il Bologna deve assolutamente vincere. Mr. Inzaghi imposta il Bologna con il consueto 3-5-2 confermando la stessa squadra messa in campo contro i bergamaschi. Fatta eccezione di Danilo che si riprende il posto a scapito di Gonzalez.

Come contro l’Atalanta, il Bologna parte a razzo e dopo 3 minuti è già in vantaggio per 1-0 grazie ad un gol di Santander, valutato regolare dalla VAR. El Ropero, si ripete al 12’, con una gran giocata in area, che permette a Palacio di tirare ma il portiere Clivense compie il miracolo, sul rimpallo, Dzemaili manda la palla alle stelle.

Nonostante tutto i clivensi fanno la loro partita ordinata, al 20’ l’episodio che cambia la partita, in area rossoblù, dribbling di Kiyine, che tira Calabresi tocca la palla con il braccio, alla moviola risulterà che lo stesso era attaccato al corpo, per l’arbitro Orsato è comunque rigore. Sul dischetto l’ex Meggiorini tira, spiazzando Skorupski riportando le squadre in parità 1-1.

Il Bologna abbassa troppo il baricentro del gioco ed il Chievo prende forza, il gioco corre veloce senza sussulti fino al 45’, ma sul finire del 1° tempo, arriva la giocata che cambia nuovamente il volto alla partita. Hetemaj si invola sulla fascia destra, mettendo la palla al centro, dove l’ex Meggiorini in sforbiciata spizza il pallone che sembra destinato fuori, arriva lesto Obi che sottomisura mette il pallone dietro Skorupsky, fissando il punteggio sul 2-1 per il Chievo.

Azione Di Gioco Tra Chievo E Bologna

Foto: partita di andata Chievo-Bologna © Fantagazzetta.com

Ad inizio ripresa Mr. Inzaghi posiziona Mbaye e Krejci come terzini e sostituisce Dzemaili per Poli e Calabresi per Orsolini, cambiando assetto alla squadra con un più offensivo 4-3-3. Lo schema da subito i suoi risultati, infatti al 56’, Krejci si inventa un cross perfetto per Orsolini, che con un colpo di testa riporta in parità la gara. I veronesi non si intimoriscono e poco dopo, su colpo di tacco di Stepinski, l’estremo difensore rossoblù blocca la palla. Al 65’, è Santander ad avere l’occasione per ribaltare il risultato ma la conclusione è debole.

Il Bologna prende fiducia e poco dopo, Orsolini, entrato ottimamente in partita, su calcio piazzato, tenta di bucare nuovamente il portiere clivense, ma Sorrentino smanaccia la palla in calcio d’angolo. Trascinato dal veterano Birsa il Chievo prova a reagire al 73’ con l’attaccante clivense Kiyine, che tirando manda fuori il pallone non di molto. Sempre tra i migliori, El Ropero al 81’ impensierisce nuovamente Sorrentino.

La partita sembra non finire mai per il Bologna, infatti al 84’ Mbaye salva la porta, scivolando su tiro di Stepinski e sulla ribattuta Skorupsky smanaccia il tuiro di Depaoli. Un ultimo brivido per il Bologna sempre con Kiyine, che sfugge alla difesa bolognese, si invia in area e grazie a Orsolini migliore in campo, che in scivolata evita la sconfitta. La nota positiva per il Bologna è stato Orsolini, l’attaccante, come è entrato è risultato determinante. Note negative la difesa, troppo sottotono con i troppi errori commessi.

Valter D'Angelillo

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.