Irecoop per l’inclusione scolastica

Inclusione
Tipografia

La Regione E-R coinvolgerà ben 20.000 docenti in quest’iniziativa per aiutare i ragazzi con disabilità cognitive.

Il numero degli alunni disabili nell'anno scolastico 2018- 2019 è cresciuto del 4,35% ma i docenti di sostegno non sono sufficienti a coprire i bisogni di questi ragazzi in difficoltà. Irecoop Emilia-Romagna, l’ente di formazione di Confcooperative, ha quindi lanciato il progetto: “All-Inclusive School” che metterà a disposizione degli insegnanti un vero e proprio kit scolastico composto da vari strumenti.

Il progetto è rivolto a insegnanti ed educatori della scuola secondaria che si occupano di seguire ragazzi con disabilità cognitive lievi come disturbi specifici dell’apprendimento che rappresentano ben il 5% del totale degli alunni nella regione. Si spera che questi materiali di inclusione scolastica possano arrivare a coinvolgere 170 istituti, 20.000 insegnanti e 800 operatori che forniscono servizi educativi.

Presentazione Di All Inclusive School

Foto: conferenza stampa di presentazione del progetto 

Gli strumenti principali che verranno dati sono: “All-in Identikit” che definisce le caratteristiche dell’insegnante europeo inclusivo, “All-in Teacher kit”, una guida che indica le metodologie didattiche inclusive e Cooperative e infine “All-in Social Book Creator”, un’applicazione del Web gratuita che permetterà la condivisione di contenuti digitali di alta accessibilità.

Le varie Cooperative si impegnano ogni giorno per creare occasioni di inclusione sociale per tutte quelle persone che si trovano in difficoltà e così si è pensato di mettere le varie capacità al servizio del sistema scolastico regionale ed europeo. Come è emerso da varie indagini  gli alunni con deficit dell’apprendimento stanno aumentando e gli insegnanti devono essere messi nelle condizioni di poterli aiutare e per farlo devono possedere strumenti "speciali", adeguati alle necessità di questa tipologia di alunni.

Pierlorenzo Rossi, Presidente di Irecoop Emilia-Romagna è il primo ad affermare che occorre fare rete per rispondere ai numerosi bisogni che emergono quotidianamente nella società ed è per questo che è nata l’idea del progetto rivolto alle scuole e che intende coinvolgere altre realtà europee. Vicino ad Irecoop si è schierata la Cooperativa Sociale Archilabò e l’Istituto tecnico “I. Calvi” di Fanale Emilia, prima scuola dove si intende sperimentare questo kit all'avanguardia.

Valentina Trebbi

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×