Un grande concerto per un grande Maestro

© www.ferraramusica.it

Personaggi
Tipografia

A Bologna i migliori musicisti europei si sono riuniti per ricordare Claudio Abbado.

Nella storia della musica classica l’Italia ha avuto sempre un ruolo centrale, partendo dagli autori delle rappresentazioni liriche più importanti, Verdi, Puccini, Mascagni e continuando con molti altri autori di opere che sono tuttora amate e ascoltate in tutto il mondo.

Guardando al mondo dei direttori d’orchestra basterebbe citare Arturo Toscanini, che osò perfino sfidare il regime nel ventennio fascista, ma arrivando ai giorni nostri Riccardo Muti e Claudio Abbado sono senz'altro i più famosi direttori italiani del mondo.

Abbado Locandina Evento

Foto: locandina dell'iniziativa © www.comune.bologna.it

Domenica 20 gennaio, al Teatro Auditorium Manzoni di Bologna, si è svolto un concerto con un'unica grande orchestra, formata da cinquanta musicisti provenienti da tutta Europa, proprio per ricordare Claudio Abbado, nel quinto anniversario della sua morte.

Il concerto è stato diretto dal Maestro Ezio Bosso e il programma prevedeva: "Pierino e il lupo" di S.S. Prokofiev, una favola sinfonica per bambini, in cui la voce recitante era quella dell’attore Silvio Orlando, oltre alla esecuzione della Settima Sinfonia di L.V. Beethoven.

L’orchestra era composta dai più importanti musicisti che hanno collaborato con Claudio Abbado. A questi orchestrali, ed a molti altri, si è unita parte della Stradivari Festival Chamber Orchestra di cui Ezio Bosso è il Direttore Artistico; hanno partecipato anche elementi della EUYO - European Union Youth Orchestra, fondata nel 1976 da Claudio Abbado che da quest’anno ha sede a Ferrara.

Vincenzo Bottiglioni

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.