L’Appennino bolognese a Bruxelles

Ambiente
Tipografia

I Sindaci del nostro territorio hanno sottoscritto un patto europeo per ridurre l'anidride carbonica del 40%.

Lo scorso 11 ottobre, alcuni rappresentanti dei Comuni dell’Unione dell’Appennino bolognese, supportati dalla Regione Emilia-Romagna, si sono recati a Bruxelles per sottoscrivere il protocollo di intesa che sancisce un ulteriore impegno da parte di tutte le amministrazioni locali, a combattere i mutamenti climatici.

Questo accordo prevede un fondo di circa 40.000 € che ha l’obiettivo di ridurre drasticamente le emissioni di CO2, attraverso un programma ben coordinato, al fine di trovare nuove soluzioni per contrastare il continuo mutamento climatico, l'azione è denominata: “Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile” (PAES).

Assemblea

Foto: gli amministratori ospiti a Bruxelles

I primi cittadini hanno avuto incontri con le autorità ed i funzionari della Commissione Europea, incontrando altresì anche i responsabili dei programmi e degli strumenti di finanziamento a supporto per la messa in opera dei progetti sul territorio: The City facility, LIFE, Horrizon 2020, ELENA e Jasper.

L’Italia deve fare ancora molto in questo campo, basti pensare che ha ancora a disposizione 14 MLD di euro da impiegare per gli strumenti e le risorse a favore della lotta al cambiamento climatico. Come sempre la Regione Emilia-Romagna è capofila nell'affermare che si può fare!

Valter D'Angelillo

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS