Disabili ed anziani sostenuti dalle imprese locali

Dal territorio
Tipografia

Si rinnova l'impegno della cittadinanza e dei Comuni dell’Unione dell’Appennino Bolognese.

Nella giornata di sabato 31 ottobre, presso la Casa Residenza Anziani “Colonie Dallolio”, di Castiglione dei Pepoli, si è svolta la cerimonia per la consegna di un nuovo autoveicolo all'Istituzione dei servizi Sociali per il trasposto di persone anziane e disabili.

All'evento hanno partecipato gli imprenditori della zona che si sono fatti carico della spesa per l'acquisto del mezzo, confermando così, ancora una volta, la generosità di chi pensa alle fasce più deboli della popolazione, soprattutto in epoca di pandemia.   

L’istituzione comunale è l’ente che si occupa dell’assistenza a domicilio su tutto il territorio dei Comuni dell’Appennino Bolognese, essa è attiva nella gestione diretta di centri diurni per anziani. L'opera di cura, di cui si occupano i 12 Enti locali, richiede uno sforzo economico e impegno organizzativo per mantenere alti i livelli qualitativi.

Assegnazione Automezzo

Foto: cerimonia di consegna del mezzo

Il Doblò attrezzato, munito di patana con elevatore per il carico di carrozzine, accompagnerà gli ospiti della casa di riposo e servirà per il servizio di Assistenza Domiciliare dei diversamente abili per tutti i Comuni. La donazione ha coinvolto oltre agli imprenditori, anche la rete di  sponsor, ed è il risultato del progetto con i Comuni dell'Unione con la P.M.G. Italia S.p.A

A chiusura della cerimonia il Sindaco Fabbri, intervenendo, ha detto che: Anche in questa crisi stiamo vedendo che sono i più fragili a pagare il prezzo più alto, anche in termini sanitari. In Appennino abbiamo noti problemi legati all’economia e allo spopolamento, ma abbiamo un forte senso di comunità e la capacità di unirci per sostenere i nostri concittadini più in difficoltà.

Questa donazione lo dimostra e unisce negli intenti le Istituzioni, chi gestisce i servizi e le imprese più sensibili. A loro va il nostro grazie. Ma il grazie più grande va fatto alle operatrici del servizio non autosufficienza (OSS, Infermieri, addetti alle pulizie, responsabili), che in mesi difficilissimi stanno facendo un lavoro encomiabile.”

Valter D'Angellilo

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Twitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS