Dal '200 al '400 in due serate a Marzabotto

Dal territorio
Tipografia

Le letture al davanzale del Prof. Guido Mascagni si sono rivelate un successo formidabile.

«Nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai per una selva oscura, che la diritta via era smarrita». La prima terzina dell’"Inferno" dantesco è una tra le metafore più citate e che invitano di più a proseguire il poema. Quanti significati in così poche parole! 

Le letture del 1° settembre e del 3 settembre dal balcone dello studio del Prof. Guido Mascagni si sono rivelate un successo formidabile. Un pubblico composto da quaranta persone ha assistito alla lettura di alcune terzine tratte dal 1° libro della Divina Commedia e di alcune novelle del “Decameron” di Giovanni Boccaccio. Gli spettatori si sono riuniti nella Piazzetta di Panico a Marzabotto. 

L’idea è nata durante i giorni del lockdown, quando l’unica relazione esterna alla propria abitazione possibile era quella di affacciarsi alla finestra e chiacchierare con i vicini: abbiamo tutti assistito sui social-network ai video di esibizioni musicali e canore dal proprio balcone a favore del vicinato plaudente. Consolidando i rapporti, è venuta al docente l’idea di trasformarla in qualcosa di diverso.

Busto Di Dante Alighieri

Foto: busto di Dante Alighieri

Mascagni ha ricordato che tutto è stato fatto in economia: l’accesso era libero su prenotazione, l’illuminazione era quella stradale, il docente faceva le letture gratis, il padrone dell’ala del piazzale ha consentito di riunirsi e il parroco ha portato le sedie. Il tutto nel rispetto delle norme anti-Covid. Il Comune di Marzabotto ha sostenuto l’iniziativa e dopo il successo delle due serate tutti insieme stanno già pianificando una replica per la prossima estate.

Guido Mascagni è Professore di Discipline Umanistiche all'Università Primo Levi di Bologna e ha viaggiato tra l’Italia e gli Stati Uniti insegnando anche a Princeton e Ohio State University. Si definisce un ricercatore dantesco e nel suo bagaglio ha diverse pubblicazioni e molteplici attività di conferenziere, nonché di formatore. Uno dei suoi obiettivi è di rendere semplici le spiegazioni senza banalizzarle.

Silvia Saronne

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Twitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS