Il progetto Nausicaa è in rete

Inclusione
Tipografia

Il nuovo sito per l’inclusione delle persone straniere.

Le persone straniere, quando si ritrovano a vivere e risiedere in altri Paesi, devono affrontare numerosi problemi.

Diventa essenziale, per la sopravvivenza dell'individuo, avere una casa e un lavoro. La ricerca di questi elementi diventa basilare per avere entrambi. Il Progetto Nausicaa online dal 28 ottobre, aiuta in questo senso con servizi inclusivi disponibili per i cittadini che fanno parte del progetto per semplificare loro l’accesso nei diversi contesti.  

ll servizio di inclusione abitativa, accompagna l’individuo nei percorsi di autonomia e nella mediazione tra l’agenzia immobiliare, i proprietari e il contesto abitativo. Con azioni combinate, messe in campo dagli operatori, si facilita l’inserimento in alloggi e riduce il fenomeno di discriminazione, esclusione sociale e economico.

Il servizio di inclusione socio-lavorativa, interviene per favorire l’inserimento nel mondo del lavoro con percorsi di formazione dedicati, offre garanzie per le aziende che assumono immigrati servendosi di un'équipe multidisciplinare che tiene rapporti tra gli attori coinvolti, lavoratori e datori di lavoro.

Persone

Foto: persone di varie etnie

Il servizio di inclusione socio-lavorativa, interviene per favorire l’inserimento nel mondo del lavoro con percorsi di formazione dedicati, offre garanzie per le aziende che assumono immigrati servendosi di un'équipe multidisciplinare che tiene rapporti tra gli attori coinvolti, lavoratori e datori di lavoro.

Progetto Nausicaa, attivo dal 2021, è finanziato dal Fondo Nazionale per le Politiche Migratorie 2019, gestito dal Consorzio l’Arcolaio, in collaborazione con il Comune di Bologna, l’ufficio per il lavoro ed i Servizi Abitativi di ASP Città di Bologna.

Con il sito Nausicaa, si allarga la platea dei beneficiari, si sensibilizza il territorio bolognese al fine di facilitare l’accoglienza nel tessuto cittadino. Inoltre, permette di fare un’esperienza innovativa a proprietari di immobili e aziende che decidono di far parte del progetto che salvaguardi il loro interesse senza dimenticare solidarietà e integrazione.

Chiara Garavini 

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Twitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS