Ausili da trekking

Inclusione
Tipografia

Nuove possibilità in arrivo per le persone con ridotte capacità motorie.

Ne avevamo già parlato in un articolo precedente si tratta di Joëlette, una sorta di triciclo-bici costituita da una ruota anteriore per andare in ogni direzione e due ruote posteriori per la stabilità.

Strumento adatto a percorrere percorsi disconnessi e, forti del successo ottenuto in quel di Parma, con le passeggiate del Club Alpino della sezione locale, dove sono state utilizzate delle bici speciali, lo scorso fine settimana, nella città di Lucca si è svolto un Seminario, che parlava delle tecniche strumentali al fine di aiutare e rendere partecipi tutte le persone con disabilità motorie a fare trekking in luoghi prima inaccessibili con le classiche sedie a rotelle. 

Verso Lago Santo Parmense Joelette

Foto: repertorio trekking nel parmense

Il Convegno è stato organizzato da ITINERA ROMANICA+, un progetto presente in 13 aree di interesse artistico, sparse tra Toscana, Sardegna, Liguria Provenza e Costa Azzurra e Corsica. Il progetto è nato valorizzare il patrimonio culturale frontaliero, è si avvalso della collaborazione di Sentieri di Felicità, una organizzazione nata nel 2019, ma che ha già nel suo attivo numerosi eventi nell'ambito dell’inclusione delle persone con disabilità motorie.

Il Seminario: “Ausili da trekking” vuole far conoscere e far capire come utilizzare questa speciale bicicletta (sedia a rotelle), dando così a queste persone l’opportunità di praticare escursioni naturalistico-culturali all’aria aperta. Il meeting, era rivolto a tutte quelle Associazioni, Enti locali, Enti Parco, ma anche a tutti quei soggetti interessati a questa tematica.

Valter D’Angelillo

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Twitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS