Festa dell'Associazione Italiana Assistenza Spastici

Associazioni
Tipografia

Dal 1962 al 2022: sessant'anni di attività a Bologna.

L’A.I.A.S. è nata nel 1954 a Roma per volontà di un gruppo di genitori che desideravano avere più strutture adeguate alla crescita e al recupero psicofisico per i loro figli colpiti da paralisi cerebrale infantile. Da allora, grazie a soci e al contributo di molti volontari, è attiva sul territorio nazionale con 95 sezioni, in diciotto regioni.

A Bologna A.I.A.S. è una realtà affermata da 60 anni. Fondata nel 1962 da genitori e tecnici della riabilitazione, sostiene persone con disabilità e famiglie, progetta e promuove azioni e attività sempre più inclusive e partecipative. Nel giorno del suo compleanno l Presidente Gianluca Pizzi, ricorda la crescita compiuta in questi anni dall'associazione e lo sforzo impiegato per raggiungere traguardi importanti e favorire la vita e la dignità delle persone con disabilità. Nello specifico, l'organizzazione offre un'opportunità di crescita e partecipazione sociale per adolescenti, giovani e  adulti con attività quotidiane in centri diurni, sostiene gli adulti nella gestione della vita quotidiana con interventi di assistenza domiciliare o in strutture residenziali, organizza attività per il tempo libero, gite e soggiorni estivi.

In linea con quanto affermato dalla Convenzione O.N.U sui diritti delle persone disabili, attiva collaborazioni con realtà territoriali, nazionali e internazionali. Il Condominio Partecipato Solidale di Via Bovi Campeggi, ad esempio, rappresenta un importante progetto di collaborazione tra Comune di Bologna, ASL e la Onlus, realizzato per consentire alle persone disabili di sperimentare la vita indipendente. Inoltre, è presente con i suoi operatori nei centri socio riabilitativi della Regione.

Enrica Petra Lenzi

Foto: Enrica Petra Lenzi

L'Associazione Italiana Assistenza Spastici è fatta di persone, donne e uomini che hanno messo in campo la loro umanità e professionalità senza chiedere niente in cambio o senza che avessero un motivo personale, ma esclusivamente per senso civico; Enrica Pietra Lenzi era una di queste.

La Senatrice Lenzi, si può dire, ha fatto la storia dell’A.I.A.S. di Bologna, è stata per trent’anni la sua Presidente; esponendosi in prima persona si fece portavoce dei disabili bolognesi, prese le difese delle famiglie e contribuì alla nascita di servizi per handicappati. Il cordoglio di tutta l’associazione e degli esponenti politici per la perdita della donna che accettò la candidatura di senatrice per sostenere ancora di più il mondo della disabilità oggi. 

Permettetemi, cari lettori, di ricordare un’altra figura importante, Lydia Rizzoni prima Presidente A.I.A.S Sezione di Ferrara. L’avvocata Rizzoni, ha dato tanto per l’Associazione mettendosi sempre in gioco per rivendicare i diritti e l'autodeterminazione degli handicappati. Una persona gentile e delicata allo stesso tempo che seppe in quei anni dove si parlava e si faceva poco per la disabilità, mettere in atto un grande progetto a cui A.I.A.S. ha creduto fini da subito che riguarda il dopo di Noi coinvolgendo Istituzioni pubbliche e privati cittadini. La Casa dello spastico ora Casa di XX settembre é stata costruita per accogliere persone rimaste sole o ospitare solo per brevi periodi disabili gravi per alleggerire un po' i genitori.

Chiara Garavini

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Twitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS