Il nuovo treno POP sfreccia in Emilia-Romagna

Dal territorio
Tipografia

Migliora ancora il servizio ferroviario Modena-Sassuolo.

Il nuovo treno regionale POP, che già svolge il suo servizio sulla rete ferroviaria italiana, ha ottenuto, il benestare per circolare sulla rete gestita dalla Regione Emilia-Romagna.

Questo nuovo treno, con i suoi 360 posti, dà al passeggero quel senso di confort e sicurezza, inizia il suo servizio sulla tratta Modena-Sassuolo, che di fatto migliora ulteriormente il servizio reso a tutte quelle persone che in un modo o in un altro usufruiscono di questo servizio che, oltre alle 16 corse che la tratta prevede nei giorni feriali, ne aggiunge delle altre fino al completamento dell’intera tratta.

Il rinnovamento della flotta è frutto di un massiccio piano di investimenti, commissionato dalla Regione E-R, per offrire un servizio sempre all’avanguardia e che va incontro alle esigenze delle persone. La nuova flotta dei treni regionali di ultima generazione, pone la rete ferroviaria Emiliana come la più giovane d’Italia, con i suoi 86 nuovi treni di cui, 39 Rock, i treni a due piani che coprono la tratta Bologna-Modena-Piacenza ed i nuovissimi 47 POP.

Esterno Del Treno POP

Foto: livrea esterna del treno POP 

Quest’ultimo treno, oltre ad essere accessibile alle persone con mobilità ridotta, offre al passeggero un’esperienza unica in fatto di vivibilità, in quanto è dotato di ampi finestrini ed illuminazione interna a led, nuovi impianti di climatizzazione. Anche la sicurezza interna è stata migliorata con telecamere di videosorveglianza per un controllo totale e in tempo reale delle situazioni di criticità. Al fine di monitorare l’afflusso delle persone nei vagoni, il treno è stato dotato anche di dispositivi conta passeggeri.

Ampliato anche lo spazio per chi utilizza i mezzi a due ruote, con anche delle prese per ricaricare un eventuale mezzo elettrico, è stato anche dotato di due spazi appositi per le mamme che hanno il passeggino. Non poteva mancare l’ecosostenibilità, essendo di ultimissima generazione, il treno, riduce il consumo energetico di circo il 30% ed è quasi del tutto riciclabile.

Valter D’Angelillo

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Twitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS