Il ritorno alle corse di F1 ad Imola

Dal territorio
Tipografia

Ora è ufficiale l’Autodromo di Imola, ospiterà il GP dell’Emilia-Romagna.

Il circuito emiliano di Imola, dedicato a Dino e al drake Enzo Ferrari, dopo quasi 20 anni di assenza tornerà ad accogliere il grande circo della Formula 1 e sarà denominato Gran Premio dell’Emilia-Romagna; si correrà nel primo fine settimana di novembre 2020.

Uno dei templi della Formula 1 dove si è corso dal 1981 al 2006, denominato impropriamente Gran Premio di San Marino per via di un escamotage per far correre due GP nella stessa Nazione ove, per regolamento, non era possibile e tale trucchetto è stato adottato anche in Germania con il GP d’Europa e del Lussemburgo.

Un circuito che ha visto correre campioni come Ayrton Senna, Michael Schumacher ed il pilota che più di tutti ha infiammato le tribune, ovvero Gilles Villeneuve. Ora con l’ufficialità della federazione che ne ha valutato il restyling e la messa a norma, secondo gli elevatissimi standard di sicurezza, si disputerà, sarà la terza gara sul territorio italiano dopo Monza e Mugello.

Un campionato del mondo anomalo, dove la Federazione ha dovuto predisporre un nuovo calendario di gare, per via della pandemia e delle ristrettezze dovute a contrastare la diffusione del virus. Una bella notizia per gli appassionati di questo sport, che specie in Emilia-Romagna, patria della Ferrari, conta numerosi tifosi.

Valter D’Angelillo

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Twitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS