Il WWF si tinge di rosa

Ambiente
Tipografia

Dopo la Presidente anche il DG dell'Associazione Ambientalista è una donna.

È stata nominata dal Consiglio Nazionale WWF Italia Alessandra Prampolini, Direttore Generale della nota organizzazione mondiale per la conservazione ambientale. Già Vicedirettore 39enne, con una formazione in Economia dello Sviluppo, ha preso il posto dell'uscente Gaetano Benedetto, che ha lasciato dopo cinque anni di servizio.

Alessandra, si è sempre interessata alle problematiche ambientali, focalizzando i suoi studi sull’utilizzo insostenibile delle risorse naturali e la necessità di incorporare il pilastro ambientale in una visione attuale e multidimensionale dello sviluppo. Ha iniziato e prosegue il suo lavoro presso il WWF che ha lasciato solo per un breve periodo per fare altre esperienze lavorative.

Dopo la Presidente Donatella Bianchi, è la prima donna ad assumere la carica di Direttore Generale. La nomina, è stata commentata positivamente dalla Bianchi, la quale ha sottolineato che con la scelta attuata il Consiglio ha saputo riconoscere e valorizzare le competenze e determinazione di una donna.

Ora  Della Terra

Immagine: Ora della Terra

Una dirigenza tutta al femminile alla guida del WWF Italia, mostra un rinnovamento generazionale e un investimento sulla parità di genere, qualità fondamentali per affrontare le grandi sfide.

Il significativo cambiamento al vertice dell'organizzazione ambientalista promuove un cambio di prospettive individuando programmi, percorsi e progetti con proposte e strategie innovative per migliorare e motivare la società, i singoli cittadini, le aziende e le istituzioni a fare scelte consapevoli per la salute del pianeta.

La neo Presidente Generale, sostiene che è importate unire le forze e lavorare per evitare che la Terra venga distrutta ulteriormente e per questo garantisce un pieno coinvolgimento del World Wide Fund for Nature.

Chiara Garavini

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Twitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS