San Lazzaro è sempre più green

Ambiente
Tipografia

Si è da poco conclusa la serie di progetti: “ColtiviAmo la Vita”.

Nonostante il perdurare dell’emergenza sanitaria da Covid-19, il Comune di San Lazzaro di Savena ha deciso di organizzare il consueto appuntamento annuale della "Festa dell’Albero 2020" lo scorso 21 novembre.

In particolare, questa edizione dell’evento, ha riunito tutte le iniziative messe in campo dall’Amministrazione per quanto riguarda la tutela ambientale. L’Assessora all’Ambiente Grasselli ha ricordato quanto la flora sia importante per la vita sulla Terra, poiché fornisce ossigeno all’uomo, ed ha sottolineato come la nostra specie abbia costantemente bisogno (in questo periodo più che mai) di aria pulita da respirare.

Ha inoltre aggiunto che la "Festa dell’Albero" ha rappresentato un valido “antidoto” alla sensazione di isolamento attualmente percepita da molte persone. Infatti, sono stati coinvolti nelle numerose attività di piantumazione anche privati cittadini e residenti del Comune. Purtroppo, a causa delle nuove disposizioni emanate per bloccare l’avanzata del virus, una delle attività programmate non si è potuta svolgere in presenza: si tratta di quella denominata: “Un albero per ogni neonato”.

Ramo Albero Frutta

Foto: ramo albero da frutta

Grazie a quest’idea i neo-genitori avrebbero potuto assistere alla messa a dimora di arbusti o piante dedicati al proprio figlio o figlia. Invece, sfortunatamente, mamme e papà si sono dovuti accontentare di ricevere, tramite posta, un attestato il quale certificava l’avvenuto insediamento dei vegetali e la loro intitolazione ai propri bimbi. Gli alberi piantati quest’anno nell’ambito proposto sono stati 280.

A questi se ne sommano altri 25, a rappresentare i membri del Consiglio Comunale sanlazzarese, che ne ha chiesto l’impianto, più altri 155 nei luoghi pubblici ed ulteriori 135 piantati da soggetti privati. Questo mese si sono conclusi anche altri progetti verdi di San Lazzaro, come ad esempio: “Il giardino dà i suoi frutti”. Ma la proposta più rilevante attuata dal Comune è stato il piano per la custodia della quercia secolare situata all’ingresso dello Stadio Kennedy. 

Martedì 24 novembre, alle ore 18:00, ha infatti avuto luogo la diretta Facebook dedicata alla presentazione di questa campagna, condotta da Beatrice Grasselli insieme agli operatori di AHRCOS. In particolare, la strategia adottata per il recupero dell’albero consiste, in primis, nel creare una struttura che serva da supporto per quest’ultimo; infine, si è pensato di rendere la pianta una sorta di “panchina” in cui sedersi, a beneficio di pedoni e cittadini in generale ma anche dell’ambiente.

Francesco Forestieri

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Twitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS