La IV edizione del Festival dello Sviluppo Sostenibile

Imprese
Tipografia

17 giorni per aumentare conoscenze e consapevolezza sui temi dello sviluppo sostenibile.

Dal 22 settembre all'8 ottobre si svolgerà il Festival dello Sviluppo Sostenibile 2020 promosso dall'Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile (ASviS): 17 giorni, tanti quanti gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs dall'acronimo inglese) dell’Agenda 2030 dell’ONU, durante il quale si svolgeranno numerosi eventi su tutto il territorio italiano per promuovere gli SDGs come volano per un futuro sostenibile.

Giunto alla sua quarta edizione, il Festival mira a sensibilizzare e mobilitare cittadini, giovani generazioni, imprese, associazioni e istituzioni sui temi della sostenibilità economica, sociale e ambientale, diffondere la cultura della sostenibilità e realizzare un cambiamento culturale e politico che consenta all'Italia di attuare l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e centrare i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs). Il Festival è stato riconosciuto da UN SDG action campaign come un'iniziativa innovativa e un'esperienza unica a livello internazionale.

Le centinaia iniziative in calendario presentano una gran varietà di format, per consentire a tutti di partecipare agli eventi più adatti ai propri interessi e bisogni. Il calendario è infatti animato da diverse iniziative come convegni, seminari, workshop, mostre, spettacoli, eventi sportivi, presentazioni di libri, documentari e molto altro. Il Festival sarà scandito inoltre da tre eventi organizzati direttamente dal Segretariato dell'ASviS.

ASviS Italia Sito Web

Immagine: dal sito di ASviS Italia

Il primo evento dal titolo “Dalla crisi alla ripresa: trasformare l’Europa e l’Italia nel segno dello sviluppo sostenibile” si svolgerà il 22 settembre in occasione dell’apertura del Festival. L’evento sarà l’occasione per approfondire i temi collegati alla ripresa a livello europeo e nazionale. Grazie alla partecipazione di rappresentanti delle istituzioni e di leader di aziende chiave di settori strategici, la giornata vuole essere un momento di riflessione su come assicurare un rilancio che renda l’Italia più sostenibile e resiliente. Inoltre, grazie a un collegamento con la Rappresentanza Permanente d’Italia presso le Nazioni Unite, verranno valutati i contenuti della settantacinquesima Assemblea Generale dell’ONU, che celebrerà tra l’altro il quinto anniversario della sottoscrizione dell’Agenda 2030.

Il primo ottobre, verso la metà del Festival, si realizzerà il secondo evento organizzato dal Segretariato dell'ASviS e si concentrerà sul tema de “I territori come motore dello sviluppo sostenibile”. L’evento si svolgerà all'indomani delle elezioni regionali e alla vigilia della presentazione da parte del Governo del Piano nazionale di rilancio e resilienza su cui ottenere i finanziamenti dell’Unione Europea. Per questo, nel corso dell’evento verranno affrontati i temi cruciali per lo sviluppo dei territori e il superamento dei divari che caratterizzano il nostro Paese, dalla digitalizzazione all'economia green, dalla transizione energetica alla lotta contro le disuguaglianze, guardando al ruolo delle regioni, delle province e delle città come motori dello sviluppo sostenibile.

Impronta Etica Logo Ufficiale

Immagine: Impronta Etica

Infine, il Festival dello Sviluppo Sostenibile si concluderà l’8 ottobre con un evento ad hoc che chiuderà le 17 giornate dedicate all’Agenda 2030. Sarà l’occasione per riflettere sugli spunti e sulle richieste emerse dalla società civile e dalle voci del territorio che avranno animato il ricco calendario. Inoltre, per la prima volta, la fine del Festival coinciderà con la presentazione del Rapporto annuale dell’ASviS sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. Grazie alla collaborazione avviata con il Ministero degli Affari Esteri e della cooperazione internazionale (Maeci), l’evento si svolgerà nella Sala delle conferenze internazionali della Farnesina, e ospiterà gli interventi del Presidente del Consiglio, del Ministro degli Affari esteri e dei rappresentanti delle giovani generazioni, per le quali va intrapreso il cambio di paradigma verso un sentiero di sviluppo sostenibile.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito dedicato al Festival.

A cura di Impronta Etica

Impronta Etica è un’associazione senza scopo di lucro costituitasi nel 2001 per
la promozione e lo sviluppo della sostenibilità e della Responsabilità Sociale d’Impresa (RSI).

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Twitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS