Approvato il Fondo 2020 per le categorie più deboli

Diritti
Tipografia

Oltre 17 milioni di euro dalla Regione E-R per l'inserimento lavorativo dei disabili.

Dalla formazione lavorativa ai tirocini, dalle agevolazioni per i trasporti casa-lavoro a quelle per la dotazione tecnologica, dal sostegno all'auto-imprenditorialità fino agli incentivi alle imprese che assumano lavoratori disabili. Tutto sarà finalizzato per garantire il diritto al lavoro delle persone con disabilità sul territorio regionale. 

Destinatarie delle risorse stanziate sui bilanci regionali 2020-2022 saranno in primo luogo le reti di servizi pubblici e di servizi privati accreditati. Quindi una programmazione orientata a garantire l'accesso, la permanenza e la qualificazione dell'occupazione dei disabili attraverso l'inclusione, il sostegno e gli interventi formativi, anche permanenti. 

Destinatarie del programma saranno le persone disabili in cerca di lavoro, con disabilità acquisita durante il rapporto lavorativo e giovani con disabilità fisica o psichica certificata ai sensi della legge 104. Nel dettaglio, lo scorso martedì 14 aprile 2020, la Giunta regionale ha approvato il Programma 2020 per l'utilizzo di risorse pari a 17,5 milioni, per agevolare l’inserimento lavorativo dei disabili.

Il Programma si pone in linea di continuità con quelli degli anni precedenti ed è articolato sostanzialmente in quattro direzioni.

Disabile Al Lavoro

Foto: disabile che lavora 

In particolare la Regione prevede lo stanziamento più consistente, superiore al 75%, ovvero poco più di 13 milioni di euro, per l’erogazione, da parte dei soggetti accreditati, di servizi e misure orientative, formative e di politiche attive del lavoro e un secondo stanziamento di poco inferiore al 9% del budget, ovvero circa 1,5 milioni di euro per il sostegno al diritto allo studio universitario e le transizioni verso il mondo del lavoro.

Le altre due line di finanziamento sono rivolte rispettivamente per l’adattamento delle postazioni di lavoro e per il sostegno della mobilità casa-lavoro, con un totale del 15% del budget di poco superiore ai 2,5 milioni, e per il rafforzamento, per il miglioramento e per la qualificazione dei sistemi di analisi e monitoraggio dell'Agenzia regionale per il lavoro relativi all'applicazione della normativa in materia di disabili (L. 68/99), con uno stanziamento di 70mila euro, ovvero 0,4% del totale.

Più in particolare, per gli interventi di adattamento delle postazioni di lavoro a favore delle persone con disabilità, si sottolinea che potranno essere riconosciuti anche i costi legati alla completa messa in sicurezza dei luoghi di lavoro che si rendono necessari per l'emergenza #Covid_19. Al riguardo sarà emanato un apposito Avviso da parte dell'Agenzia regionale per il Lavoro, che comprenderà anche tale fattispecie tra gli interventi finanziabili.

Giulio Capello

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Twitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS