Confabitare ai tempi della pandemia

Associazioni
Tipografia

Una discussione sul settore della casa.

Qualche giorno fa si è tenuto a Bologna un incontro, che ha avuto come protagonista Confabitare - Associazione Proprietari Immobiliari, sulle fondamentali tematiche dell’abitare. Un aspetto della vita privata e sociale, quest’ultimo, che ha subito una rapida mutazione a seguito della crisi pandemica che ha travolto il pianeta negli ultimi due anni, stravolgendo stili di vita e creando ansia e incertezza verso un futuro percepito come preoccupante e problematico.

“Casa, Welfare, Smart Working e Social Housing. Come cambiano le città e l’abitare e il condominio” è il titolo dell’appuntamento, che ha analizzato l’odierna condizione immobiliare del nostro Paese. Il Presidente Nazionale di Confabitare Alberto Zanni ha sottolineato la trasformazione avvenuta nel tessuto sociale e la creazione di nuovi scenari quali “la casa come possibile posto di lavoro, la riscoperta della solidarietà tra vicinato, il tornare a vivere il quartiere e la necessità di riorganizzare le periferie”.

I temi trattati sono stati messi a fuoco da alcuni gruppi di lavoro che si sono confrontati: Tavolo Smart Working, Tavolo Casa, Tavolo Welfare E Social Housing. Hanno partecipato all’incontro esponenti della politica, delle confederazioni, professionisti del settore, esperti. Erano presenti Giangiacomo Congiu, Presidente Centro studi nazionale immobiliari Confabitare; la Vice Presidentessa Legacoop Abitanti Barbara Lepri; la Vice Sindaca Comune di Bologna Emily Clancy.

Ugo De Santis

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Twitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS