Legacoop Bologna premia l’innovazione sostenibile

Cooperative
Tipografia

Un concorso a sostegno di giovani e cooperazione.

Il progetto Think4Food, promosso da Legacoop Bologna, ha selezionato e premiato alcune proposte concernenti lo sviluppo sostenibile, in riferimento alla filiera della cooperazione agroalimentare, secondo i dettami dell'Agenda ONU 2030. Quasi cento sono stati i partecipanti all’iniziativa, che ha visto gareggiare progetti di provenienza non solo bolognese e italiana, ma anche internazionale. Inoltre una serie di Seminari online del Future Food Institute ha coinvolto duecento soggetti.

La fisica italiana Giulia Menichetti, si è aggiudicata il primo premio. La ricercatrice lavora a Boston in qualità di scienziata senior e dirige al Dipartimento di Medicina di Harvard un progetto, che prevede l’uso di un algoritmo con cui esaminare l'impatto degli alimenti - assunti abitualmente dai consumatori - sulla salute degli esseri umani. Altri premi hanno riconosciuto progetti di allevamento sostenibile, Economia Circolare, impacchettamento agroalimentare ecosostenibile.

Un premio speciale è stato assegnato all’azienda Hexagro, che si occupa di nuove tecnologie utili alla realizzazione dell'agricoltura verticale, praticabile in ambito urbano attraverso l’utilizzo di materiali riciclati, la riduzione del consumo idrico, l’eliminazione dei pesticidi. La Presidentessa di Legacoop Bologna Rita Ghedini ha sottolineato il raggiungimento di «un duplice obiettivo: da una parte rafforzare la competitività delle cooperative, dall'altro sostenere i giovani innovatori».

Ugo De Santis

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Twitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS