Assicurare l’auto a Bologna, costi e tendenze

Stili e tendenze
Tipografia

Tra tutte le variabili che incidono sul costo di una polizza auto, la regione di residenza, probabilmente, è la più incisiva.

Le tariffe variano ogni mese e spesso possono esserci grandi differenze di prezzo anche da una provincia all’altra. Documentarsi prima, sulle tendenze della propria provincia di residenza, aiuterà a comprendere se superano o meno quelle nazionali e quanto conviene giocare su altri fattori per abbassare un costo alto in partenza. In questo senso, la provincia di Bologna, rimane al di sotto della media nazionale, con un valore della polizza pari a 387,17 euro, contro i 417 euro del Paese.

Un dato che fa sperare nella possibilità di tenere bassi i costi assicurativi, in un momento storico in cui mantenere un’automobile comporta un impegno economico non indifferente. Le spese richieste a un’automobilista, per la gestione del proprio veicolo, sono notevoli, dal bollo fino al caro carburanti, il fardello sembra diventare sempre più pesante sulle tasche dei guidatori. Almeno dal punto di vista assicurativo, però, si possono compiere scelte in sede di stipula che, se ben ponderate, possono far registrare anche qualche centinaio di euro di risparmio.

In primo luogo, oltre alla provincia di residenza, individuare un player con una politica di sconto molto vantaggiosa rappresenta un fattore determinante per godere di offerte più convenienti. Questo aspetto, però, non deve trarre in inganno.

Automobili In Galleria

Foto: automobili in galleria

Il vantaggio, infatti, non deve includere solo un immediato risparmio sul premio finale, quanto anche l’affidabilità della compagnia, l’attenzione rivolta al cliente e, più di tutto, le condizioni contrattuali proposte. Spendere meno, a volte, può voler dire rimanere scoperti in caso di danneggiamento grave del mezzo, se i massimali sono troppo limitati o la franchigia troppo alta, in caso contrario. Stesso discorso vale per le garanzie accessorie e i servizi opzionali, che nell’immediato comportano un esborso maggiore di denaro, ma nel lungo periodo estendono la copertura del mezzo al verificarsi di specifici eventi dannosi.

Quando si seleziona una compagnia assicurativa a cui affidarsi, dunque, è bene tener conto di tutti questi elementi. In tal senso, segnali molto incoraggianti giungono dalle direct company, che generalmente mantengono i costi della polizza bassi, proprio perché non devono far fronte alle spese di intermediazione. Genertel, ad esempio, si propone come uno dei player che offre servizi di assicurazione auto online tra i più convenienti del settore, non solo in termini di prezzo, quanto di affidabilità, trasparenza e attenzione ai guidatori.

Il pacchetto di servizi e garanzie attivabili con la compagnia online sono numerosi e ben assortiti. Compilando il form presente sul sito dell’assicurazione, si possono spuntare tutte quelle più idonee alle proprie esigenze e abitudini di guida, in modo da personalizzare la polizza il più possibile. Solo per citarne alcune è disponibile ad esempio il Bonus aiuto domestico, in caso di infortunio temporaneamente invalidante, utile a non sostenere i costi per l’assunzione di un collaboratore domestico.

Auto Incidentata

Foto: auto incidentata

Si possono includere anche le più classiche assistenza stradale, infortuni al conducente e tutela legale. Il vero jolly, però, è rappresentato dal Bonus protetto, che permette al contraente di mantenere la classe di merito anche in caso di incidente con responsabilità diretta.

Infine, un altro elemento da non sottovalutare per ottenere risparmi sulla polizza e maggiori tutele per il proprio mezzo, è l’installazione della scatola nera, il dispositivo dotato di GPS che registra tutti i dati relativi allo stile di guida dell’ automobilista e consente di ricostruire le dinamiche di un incidente in modo preciso e puntuale. Includerla nella propria polizza può far guadagnare un risparmio fino al 20% sul valore finale del premio assicurativo.

AV

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Twitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS