Al Pacino è Serpico nel poliziesco anni '70

Cinema
Tipografia

Per gli amanti del genere, la rassegna: "Il Cinema Ritrovato" infatti proporrà il film del 1973.

Domenica 30 agosto, penultima serata dell'iniziativa dedicata alle pellicole d'autore, si terrà in Piazza Maggiore la proiezione di "Serpico", lungometraggio di Sidney Lumet con Al Pacino. Tratta da una storia vera, la vicenda racconta la difficile lotta dell'agente italo-americano Frank Serpico contro la corruzione dilagante nei dipartimenti di polizia newyorkesi durante gli anni Settanta.

Il protagonista entra nelle forze dell'ordine della Grande Mela nel 1959 scoprendo, dopo breve tempo, un diffuso giro di piccole e grandi tangenti a favore sia dei colleghi, sia di criminali locali, i quali "finanziano" i tutori della legge in modo da poter continuare i loro traffici senza ostacoli. Nonostante i tentativi (anche da parte dei suoi superiori) di farlo cedere a questo disonesto sistema, Serpico resiste, quindi rimane sempre più isolato nel distretto e viene anche minacciato di non essere protetto se continuerà la sua "battaglia" personale.

Poster Film Serpico

Foto: locandina del film "Serpico"

Alla fine il poliziotto riuscirà a far aprire un'indagine sul caso, ma verrà ferito durante un'operazione nell'indifferenza di quelli che dovevano essere i suoi collaboratori. Ripresosi dall'accaduto, Serpico denuncia la corruzione della polizia ai giornali e agli incaricati dell'inchiesta, decidendo poi di dimettersi dall'attività e di emigrare in Svizzera.

All'epoca della sua uscita, il film ebbe un buon successo. In particolare, la critica apprezzò molto l'interpretazione di Al Pacino, la quale gli valse una nomination agli Oscar e determinò la sua consacrazione come attore. Tuttavia, la colonna sonora fu giudicata troppo "invadente" da alcuni esperti.

Ora non vi resta che mettervi comodi e godervi lo spettacolo. Buona visione!

Francesco Forestieri

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Twitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS