Il mistero del lago

Cultura
Tipografia

Un libro giallo ci porta sul lago di Suviana.

Da qualche mese è uscito in libreria “Il nano rapito”, ultimo romanzo di Lorena Lusetti, autrice bolognese esperta in vicende poliziesche e creatrice di un personaggio che ormai è giunto alla sua sesta indagine: l’investigatrice Stella Spada.

Quest'ultima si allontana da Bologna, città che la vede abitualmente impegnata nella lotta al crimine, per recarsi a Badi, piccolo centro appartenente al comune di Castel di Casio e muoversi in un'ambientazione affascinante, quel lago di Suviana costruito dalla mano dell'uomo agli inizi del 1900, che ha reso ancora più incantevole uno scenario naturalistico già ricco di boschi lussureggianti, capaci di emozionare gli amanti delle selve.

L'autrice ha ambientato più volte le storie narrate nei suoi libri gialli sull'Appennino, località che ama particolarmente, poiché vi ha trascorso le vacanze durante l'infanzia e conosce bene borghi e montagne, così da poter narrare non solo una storia, ma anche un paesaggio.

Il mistero su cui l’investigatrice deve far luce, riguarda il ritrovamento di alcuni cadaveri annegati nel lago. Il nano citato nel titolo riguarda invece un'altra indagine su cui indaga la protagonista: la sparizione di un nano decorativo da giardino...

Ugo De Santis

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Twitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS