Fotografia e seduzione

Cultura
Tipografia

Torna il SI FEST a Savignano sul Rubicone.

La seduzione è una magia che non strega solo le persone tra di loro ma è un’alchimia possibile che supera l’elemento corporeo e coinvolge una passione, una disciplina artistica, una causa o un luogo fisico. È questa l’indagine al centro della 28esima edizione di SI FEST, il festival fotografico più longevo d’Italia che si tiene ogni anno a Savignano sul Rubicone.

Dal 13 al 15 settembre e a seguire nei weekend del 21-22 e 28-29 dello stesso mese, un ricco calendario di mostre (12 nel programma ufficiale a cui si aggiungono quelle della sezione OFF), eventi e visite guidate alla scoperta del tema lanciato questa edizione “Seduzione, fascinazione e mistero”. Alla direzione artistica torna Denis Curti, già alla guida del festival dal 2001 al 2006. Agli artisti chiamati a esporre, tutti appartenenti alla scena italiana, è stato chiesto di portare a Savignano un loro lavoro di ricerca sulla seduzione e le sue sfumature.

Uomo Con Cane

Foto: progetto di Lorenzo Zappolato. La luce necessaria

Cesare Cicardini con The New Burlesque ha scelto un progetto dai tratti più filologici ritraendo il gioco di seduzione che scatta in uno spettacolo di burlesque mentre Toni Thorimbert presenta Seduction of Photography, una serie di ritratti femminili in cui la presenza del fotografo spiazza l’occhio dell’osservatore. Marco Craig in Witness, progetto in progress, si lascia sedurre dai cimeli sportivi come il guanto rosso di Michael Schumacher o la tuta blu di Alberto Tomba.

La mostra "Fabrizio De André. Sguardi randagi" offrirà al visitatore l’occasione di vedere ritratti del cantautore genovese scattati dall’amico Guido Harari. In Guiltless, la fotografa Lady Tarin immortala nudi femminili dalla forte carica erotica ma mai volgari al contempo nei Garden Memos di Alizia Lottero, lo sguardo dell’artista si infila nei meandri di luoghi misteriosi. Nelle immagini tratte dalla Collezione di Pier Luigi Gibelli si potrà vedere una selezione di fotografie varia e del tutto personale, che rispondono a vario titolo all’idea attorno cui ruota la manifestazione mentre Antonio Maraldi ha curato la mostra "Sguardi in macchina" con il materiale del Fondo “CliCiak”, Centro Cinema Città di Cesena: una rassegna di scatti rubati in scena di artisti che guardano dritto all’obiettivo del fotografo.

Fabrizio De Andre LAgnata 1990

Foto: Fabrizio De Andrè. L’Agnata 1990

Il SI FEST è oramai una vetrina affermata per giovani talenti. Si potranno vedere pertanto i lavori di Chiara Fossati, vincitrice con "Villaggio dei Fiori" del Premio Marco Pesaresi 2018, "La luce necessaria", il progetto di Lorenzo Zoppolato che si è aggiudicato Premio Portfolio Italia 2018 – Gran Premio Lumix e il progetto a lungo termine di Melissa Ianniello, vincitrice con "Wish it was a coming out" del Premio SI FEST Portfolio Lanfranco Colombo 2018, sul tabù rappresentato dal connubio tra omosessualità e vecchiaia.

"Intorno alla fotografia. Ritratto in fabbrica" invece è l’esito del workshop condotto a Linea Sterile S.p.A: curato da Francesco Neri presenta i lavori di un gruppo di fotografi e fotoamatori locali per un workshop condotto dallo stesso Francesco Neri. A completare l’offerta del SI FEST un programma di eventi collaterali, conversazioni e talk. Tra le iniziative più curiose c’è sicuramente quella di Settimio Benedusi: con "Faccista" il noto fotografo coinvolgerà il pubblico presente al festival che avrà la possibilità di farsi fare un ritratto d’autore

Dal 13 al 15 settembre SI FEST (21-22 e 28-28/9) a Savignano sul Rubicone – Ingresso per tutte le mostre 15,00-12,00 euro con riduzioni e formule alternative di accesso. Tutte le info su Si Fest.

Giorgia Olivieri

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS