La potenza dei reclami!

Diritti
Tipografia

Accessibilità di Treni Italia Toscana migliorata, dopo l'azione di uno studente disabile che ha preteso i suoi diritti.

Le Ferrovie dello Stato da diversi anni hanno favorito i viaggiatori con mobilità ridotta, migliorando significatamene l’accessibilità nelle stazioni e sui treni rispetto a tempo fa. Anche se non possiamo non affermare che permangono ancora disservizi, quali il mancato coordinamento e la disorganizzazione del personale; di strada se n’è fatta e se ne sta facendo.

Sono finiti, fortunatamente, i tempi nei quali il viaggiatore disabile, nella migliore delle ipotesi, era costretto a viaggiare nel vagone merci o ancora più grave, rischiasse di non poter salire per mancanza di aiuti o barriere troppo complicate da superare per salire sul treno e prendere posto nello scompartimento. 

Ma sono davvero finiti quei tempi? Alla domanda possiamo dare una risposta affermativa?

Sala Blu Di SMN A Firenze

Foto: Sala Blu presso la stazione di Firenze Santa Maria Novella

Sicuramente la risposta affermativa la dà la Direzione Regionale pisana che, per migliorare l’accessibilità della rete ferroviaria si avvale della collaborazione di una persona con disabilità che da pendolare "arrabbiato" che protesta è diventato suo consulente.

Lo studente in questione è riuscito ad attirare l’attenzione denunciando i numerosi problemi dovuti alle barriere architettoniche delle stazioni costretto a frequentare ed ai pochi treni accessibili disponibili. 

L’universitario da tempo indica le modifiche, gli ausili da installare insomma, tutte le soluzioni da apportare per rendere più agevole, sicure e rapide gli spostamenti in treno.

Chiara Garavini

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×