Rose notturne

Auser
Tipografia

Ricordo ancora quella sera d’estate,
in quel bosco meraviglioso,
vidi delle rose.

O rose notturne, d’amore,
di felicità,
di speranza, di gioia,
brillate ogni sera,
al chiaro di luna.

O dolci rose notturne,
quando ero triste,
pensavo a voi,
emi tornava l’allegria.

O dolci rose notturne,
anche se quell'estate
è già passata
per me un grande
ricordo per sempre resterà.

Barbara Ventura

Gruppo di poesia "Io Poeto" dell'Auser di Bologna

Condividi

FacebookTwitter
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.