Na tazzulella e cafè? Ma come?

Persone / Società
Tipografia

In Italia quasi tutti alla mattina devono puntualmente bersi un caffè, altrimenti non connettono.

Ma il caffè a seconda delle regioni, cambia il metodo di preparazione; c’è chi preferisce la Moka, che offre un caffè ricco di aromi, cremoso, intenso, chi invece è un amante della Napoletana, che dà un caffè delicato, leggero, meno acido, più digeribile ma più potente come contenuto di caffeina e per ultimo ma non per qualità, ma solo per popolarità esiste la metodologia della French Presse del Clever Dripper (ispirato dal tradizionale modo di fare il caffè Vietnamita).

La Clever Dripper e la French Press sono caffettiere della tipologia ad immersione, cioè il caffè è a contatto con l’acqua (in infusione),le principali differenze sono che il Clever Dripper utilizza un filtro cartaceo che separa la polvere del caffè tra la brocca, il quale trattiene tutti gli oli e gli aromi del caffè mentre la French Press ha molte similarità di funzionamento tranne l’assenza del filtro (sempre per infusione) ma gli aromi e gli oli rimangono offrendo un caffè diluito, aromatizzato.

Macina Caffe Moka E Tazzina

Foto: macinino, caffettiera e tazzina di cafféè

La "Cuccuma Napoletana” è la precisa trasposizione della caffettiera tipica vietnamita tranne per la differenza che l’acqua deve essere messa sul fuoco per portarla a ebollizione ma per il resto il design e il funzionamento è molto simile, regalando un caffè ricco e rotondo, intenso. La Moka è la caffettiera più popolare in Italia offre un caffè denso, cremoso, pieno di aromi, ma non ricco di caffeina visto il funzionamento intrinseco della caffettiera non permette al caffè un rilascio dei principi attivi come nelle altre metodologie. Vediamone i passaggi.

Espandendosi, il vapore saturo comprime e costringe l'acqua a salire e passare per l'unica via d'uscita, l'imbuto. Giunta a metà strada, l'acqua calda passa attraverso la massa di caffè producendo la bevanda per percolazione, infine, il caffè sale e va a depositarsi nel bricco passando attraverso una cannula detta camino. La pressione raggiunta con questo metodo è leggermente superiore a quella atmosferica, ed è possibile raggiungere temperature più alte che con altre caffettiere.

Caffe A Immersione Col Sistema Vietnamita

Foto: macchina per fare il caffè a immersione 

L'acqua comincia a bollire solo alla fine della preparazione, quando buona parte di essa è già risalita nel raccoglitore. Una guarnizione assicura la sicurezza dell'avvitamento ed una valvola di sicurezza previene un aumento eccessivo della pressione nella camera d'ebollizione. Infine il filtro ad imbuto permette all'acqua di percolare attraverso lo strato di caffè macinato; successivamente, il filtro piastrina trattiene le particelle solide dal percolato e restituisce il liquido pulito, ovvero privo di corpuscoli di caffè macinato.

Personalmente amo il caffè diluito lungo, anche se riconosco che sembra di bere un cioccolato denso e aromatico, ma i gusti sono gusti e ognuno ha le sue preferenze.

David Bragaglia

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×