Nascerà a Parma un innovativo Housing Sociale

Economia
Tipografia

Ora che i cantieri sono stati riaperti potrà riprendere la costruzione di questo progetto sperimentale.

Il progetto: “CONdominio SOLIdale Corte del Cinghio”, che è stato ideato e verrà realizzato dall'impresa edile Enterprise, consisterà nella realizzazione di un complesso residenziale nel quartiere Cinghio Sud-Circoscrizione Montanari.

La proposta prevede la costruzione di 8 edifici disposti a corte, con 16 alloggi cadauno, per un totale di 128 alloggi e 368 abitanti. La disposizione a corte degli 8 edifici genera al suo interno uno Spazio Condominiale Sociale di 200 metri quadrati a disposizione dei residenti. Ogni edificio, a suo volta, al Piano Terra dispone di uno spazio con propria destinazione sociale usufruibile da tutti i residenti.

ConSol vuole promuovere un nuovo stile abitativo tramite l’offerta di ben 9 spazi condivisi e la messa a disposizione di 2 persone di supporto condominiale, auspicando una condivisione tra abitanti che consenta di avere una qualità della vita migliore, in equilibrio tra l’autonomia della casa privata e la socialità degli spazi comuni. Al contempo, ConSol intende valorizzare le diverse esigenze dei residenti ed agevolare gli specifici percorsi di vita, nel rispetto dell’individualità e della privacy di ciascun abitanti.

Viene poi ritenuta di primaria importanza riequilibrare il rapporto tra le “vecchie generazioni” e le “giovani generazioni” privilegiando queste ultime per l’acquisto della prima casa. Tuttavia nella volontà di generare un mix sociale, si auspica che ai nuclei familiari giovani si affianchino le famiglie più mature, anziani soli, single, studenti e lavoratori fuori sede, anche in ottica di mutuo-aiuto. La progettazione degli interni sarà quindi flessibile in ogni piano di ogni edificio prevedendo due alloggi laterali trilocali ed un alloggio centrale bilocale, trasformabili in fase di costruzione, in due alloggi quadrilocali.

Domotica

Foto: appartamento smart grazie alla domotica 

Ogni edificio poi al Piano Terra prevede uno spazio collettivo di condominio da minimo 32 a massimo 36 metri quadrati con una funzione sociale differente da edificio ad edificio: si realizzeranno così 8 distinte funzioni sociali, usufruibili da parte di tutti i 128 nuclei familiari residenti. Il Laboratorio COHOUSING di Fidenza provvederà ad elaborare una proposta volta ad incoraggiare la socialità e la mutualità, a costruire rapporti di buon vicinato, a ridurre i costi di gestione delle attività dei residenti.

Affiancherà il Gestore Sociale e il Comitato di Gestione degli abitanti di “Corte del Cinghio” nel percorso di crescita e maturazione del progetto di innovazione dell’abitare. L’abitare condiviso si tradurrà anche in un’offerta di pregio architettonico, all'avanguardia tecnologica ed ecologica. Tutti gli edifici saranno realizzati a bolletta zero, gas-free e ad emissioni di CO2 = 0. Ogni alloggio sarà dotato di un impianto di riscaldamento e raffrescamento individuale, con pannelli fotovoltaici.

È prevista l’impiantistica elettrica per una domotica integrale. Ogni autorimessa sarà dotata di “wall box” (stazione di ricarica per le auto full-electric), mentre gli spazi comuni prevederanno postazioni per la ricarica di E-bike. Tutti gli alloggi sono stati progettati in conformità alle norme in materia di superamento delle barriere architettoniche (L. 13/1989), avranno la connessione alla rete in banda larga e saranno realizzati all'insegna della sicurezza: verrà installato un impianto SuperCondominiale di videosorveglianza a circuito chiuso, controllato dalla Portineria Sociale.

In sintesi il progetto usufruirà:

• di elevata qualità sociale;

• di elevata qualità ambientale;

• di elevata qualità economica;

• di elevata assistenza grazie all'assistenza del Soggetto Promotore e del Soggetto Promotore;

• di elevata innovazione dell’abitare.

Giulio Capello

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Twitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS