Un premio del pubblico al corto: "Fiori"

Cinema
Tipografia

Un film in onore a: “Ladri di biciclette” di Vittorio de Sica.

Martedì 6 dicembre si è tenuta online sulla piattaforma streaming del Festival del Cinema la premiazione dei cortometraggi selezionati tra 65 opere che sono state presentate. La trasmissione è stata effettuata in cooperazione con OpenDDB Distribuzione dal Basso. Il primo premio del pubblico Visioni Urbane 2022 è andato a Kristian Xipolias con il suo “Fiori”. La cerimonia si è tenuta alla presenza della direttrice artistica del Festival Luisa Bravo e del regista del cortometraggio.

Photo 2 Fiori Still2

Foto: dal cortometraggio "Fiori"

La trama racconta la storia di un disoccupato 40enne, Manfredi, che, disperato, si decide a diventare un rider (fattorino che consegna il cibo a domicilio) rubando una bicicletta per poter lavorare. La pellicola vuole essere un atto di riverenza dei nostri giorni al film “Ladri di biciclette”, datato 1948 del grande Vittorio de Sica, che illustrava le azioni di un uomo a cui, invece, il mezzo a due ruote era stato rubato. Il protagonista di “Fiori” si presenta nel corto sempre in giacca e cravatta e il luogo che ospita la regia è Falchera, quartiere di Torino. 

Si chiude così la rassegna che contempla un percorso che indaga sulla “complessità delle città in cui viviamo”. Hanno partecipato più di 2.000 spettatori al Festival, che si sono connessi da 20 paesi di tutto il globo, sia europei che extra-europei, come USA, Canada, Paesi Bassi, Francia, Belgio, Finlandia, Cina Australia, India, Brasile, Argentina, oltre che dalle città italiane Bologna e Milano, le quali hanno registrato un maggiore numero di utenti tra tutte le città connesse.

Regista Kristian Xipolias

Foto: Kristian Xipolias regista del cortometraggio 

Il regista Kristian Xipolias, vive a Torino (da dieci anni), studia architettura al Politecnico e regia cinematografica alla S.N.C.I. di Firenze. Nel 2018 è stato cofondatore del collettivo cinematografico e nell’anno successivo ha conseguito il primo premio di regia relativo al bando “Ciak s’illumina”. Sempre nel 2019 ha diretto “Ruina” cortometraggio scelto in molti Festival internazionali.

La rassegna, che è stata promossa dall’Associazione City Space Architecture (che ha sede a Bologna), è stata patrocinata dal progetto europeo A-Place.

Silvia Saronne

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Twitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS