Due bandi per il Cinema

Cultura
Tipografia

21 i progetti scelti e sostenuti dalla Regione E-R.

Si parte da “Diabolik 3” dei Manetti Bros, per proseguire con “La conversione” di Marco Bellocchio, l’ultimo film di Alessandro Siani “Tramite amicizia”, la seconda fatica di Vito Palmieri e ancora il documentario sul Festival “Time in Jazz” di Alessandro Rossi, Michele Mellara e Gianfranco Cabiddu. Sono i più brillanti capolavori compresi nell’ambito dei 21 piani di lavoro scelti e patrocinati dalla Regione con un finanziamento pari a 1,4 milioni di euro.

L’Assessore regionale alla Cultura Mauro Felicori, ha dichiarato che «è basilare la capacità dell’ente regionale di “accogliere e supportare” le produzioni, farle comunicare con il territorio, rendere noti i nostri luoghi, le nostre imprese e i nostri operatori del settore, “ma soprattutto l’efficacia dei bandi».

Diabolik

Immagine: locandina dal film Diabolik 

I proclami sono divisi in due sezioni: l’apparato regionale e quello nazionale e internazionale. Per quanto concerne il primo saranno supportati 9 progetti (su 27 presentati) con un totale di 416.000 euro. Questi sono quattro documentari, una rappresentazione cinematografica, una trasmissione televisiva e tre cortometraggi. Riguardo al secondo sono stati investiti dalla nostra Regione una cifra vicina al milione di euro ossia 998.525 euro per 12 piani (su 39 presentati) di cui 11 progetti per la sezione B e uno per la sezione A.

La prima comprende 5 film e 6 documentari, mentre la seconda, patrocinando progetti di “assoluto rilievo per la valorizzazione della cultura cinematografica”, comprende “La conversione” di Marco Bellocchio, il quale racconta di un bambino ebreo che viene sottratto alla sua famiglia dalle autorità dello Stato della Chiesa al fine di impartirgli una formazione cattolica. Tutto ciò avviene nel 1958.

Felicori ha poi aggiunto che «la “vera novità” del bando di quest’anno è la sezione A, all’interno della quale compaiono abilità di qualità e di notevole “impatto economico nel settore”, e che sono assicurati tempi definiti di “istruttorie e assegnazione”, oltre al fatto che sono semplificate le procedure per gli “anticipi e per i saldi”, con anche il solido contributo da parte di enti locali e comunità, che si sono rivelati “efficaci e generosi”».

Silvia Saronne

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Twitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS