Legacoop Bologna: ancora a guida Ghedini

Primo piano
Tipografia

Alla fine del congresso del 18 marzo scorso, Legacoop Bologna ha riconfermato il ruolo di Rita Ghedini.

Anche il prossimo mandato presidenziale sarà affidato alla Ghedini; dopo i buoni risultati ottenuti, la scelta è ricaduta su questa donna tenace, una persona che non ha mai temuto di intraprendere nuove sfide. Nata a Ferrara, è entrata nel 2008 a far parte della politica italiana militando nelle file del PD e successivamente è stata eletta al Senato proprio per questo partito nella circoscrizione Emilia-Romagna.

Viene rieletta nel 2013 ma l’anno seguente dà le dimissioni perché decide intraprendere la carriera in Legacoop Bologna, avendo sentito fare il suo nome per la carica di Presidente. Il congresso di Legacoop Bologna però non è servito solo a rinnovare certe cariche, riconfermare la guida della Ghedini e proporne di nuove, si è parlato anche di innovazione, del ruolo dei giovani e della sostenibilità per rinnovare la cooperazione.

Palazzo Di Legacoop Bologna

Foto: logo Legacoop sulla facciata del palazzo

Sono stati questi i tre temi al centro della relazione esposta dalla Ghedini che ha voluto illustrare lo stretto legame tra questi tre aspetti nello sviluppo della cooperazione. Durante l’ultimo mandato si è registrato un aumento del fatturato e dei soci che sono arrivati a superare i 2,6 milioni e questo ha portato a una conseguente crescita dell’occupazione, passata ai 74.163 occupati nel 2018.

L’86% dei dipendenti delle varie Cooperative associate a Legacoop Bologna hanno inoltre un contratto a tempo indeterminato e anche gli investimenti sono andati crescendo superando il 25%. Rita Ghedini si è detta molto soddisfatta dell’impegno profuso dalle cooperative che si stanno aprendo all'innovazione e al digital trasformation, un processo che vuole mettere al centro l’innovazione, non solo quella tecnologica ma soprattutto sociale.

Il coinvolgimento dei giovani è un altro tassello importante nella politica della Ghedini; i ragazzi sono sempre più coinvolti e si desidera dargli ancora più spazio perché possono realizzare progetti davvero interessanti. Certo, qualche intoppo c’è stato e ce ne saranno ma bisogna aver fiducia; il mondo del lavoro e delle Cooperative è pieno di insidie che però si possono affrontare e superare avendo un po' di pazienza.

Valentina Trebbi

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.