La Regione E-R "cura" la giovane agricoltura

Economia
Tipografia

Un Programma finanziario per alleggerire i prestiti a vantaggio dei Soci degli Agrifidi.

Sono state 1.401 le richieste di contributi regionali per prestiti da parte delle imprese agricole del territorio, di cui 1.210 per prestiti a breve termine, cioè fino a 12 mesi, mentre le restanti 191 per prestiti a medio termine, ovvero fino ad un massimo di 36 mesi.  

Questo è l’esito del bando emanato dalla Regione per finanziare il taglio degli interessi bancari rispetto a quelli di mercato. In totale l’Emilia-Romagna ha messo a disposizione 3,4 milioni di euro a breve e medio termine. Le aziende che operano nei territori colpiti dalla cimice asiatica e quelle condotte da giovani con meno di 41 anni sono state quelle alle quali è stata data la priorità.

Raccolta Mele Rosse

Foto: raccolta mele rosse

L’importo dei prestiti richiesti, varia da un minimo di 6 mila a un massimo di 150 mila euro per il credito a breve termine e da 12 mila a 500 mila euro per il credito a medio termine, per un totale di 95 milioni di euro, già attivati dagli Agrifidi.

L’esito di questa iniziativa è stata giudicata molto positivamente dagli istituti di credito e dagli Agrifidi nel corso dell’incontro tra i proponenti, perché rappresenta una importante iniezione di liquidità per le imprese agricole in questo momento particolarmente difficile.

Una boccata di ossigeno fondamentale per un comparto che sta attraversando una crisi gravissima a seguito dei cambiamenti climatici, della cimice asiatica e della pandemia #Covid19.

Fonte notizie su: www.regione.emilia-romagna.it comunicati nella sezione 'Agenzia di informazione e comunicazione'. 

Giulio Capello

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Twitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Dona per BNB

Pixel

5 per 1000

Sotiene BNB_dona VirtualCoop 5x1000

BNB Consiglia

METEO

METEO BOLOGNA