Raccolta fondi per il Parco Isola che non c'è

Tempo libero
Tipografia

Sostituzione del gioco amato dai piccoli pievesi.

A Pieve di Cento si è verificata la necessità di sostituire il Castello, gioco per bambini che si trova all'interno del Parco l'Isola che non c'è. Il gioco, a causa delle intemperie causate da cambiamenti climatici, si è degradato, e non è più un luogo adatto per fare giocare in sicurezza i bambini.

Per scongiurare ogni tipo di disavventura, il Comune ha provveduto immediatamente alla sostituzione dell'attrattiva in ferro; la cifra stanziata dall'Amministrazione comunale di 5.000 euro non è però sufficiente per completare l'intera opera; manca un pezzo importante della costruzione.

Raccolta Fondi

Immagine: slogan raccolta fondi

L'Associazione Girasole, che si propone di organizzare eventi per i giovani e per i cittadini di Pieve come il “IV tempo”, festival eco-sostenibile e inclusivo, ha deciso di contribuire alle spese donando una quota con l'incasso dell'edizione 2019 di euro 15.000.

I finanziamenti elargiti non bastano per ricoprire le spese rimaste su un totale di 20.000 euro. Girasole, perciò, lancia una raccolta fondi per sostenere il progetto, invita tutti a contribuire con donazioni al link: www.ideaginger.it/progetti/un-ponte-per-l-isola-che-non-c-e.html

Tutti coloro che doneranno saranno ricompensati dall'Associazione come ringraziamento. Facciamo esplodere la nostra generosità, ogni offerta è preziosa come prezioso è il Parco Isola che non c'è!

Chiara Garavini

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Twitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS