Il Bologna sgambetta la Dea

Sport
Tipografia

Palacio e Poli battono l’Atalanta 2-1.

Dopo la sconfitta subita contro il Milan, il Bologna vuole dare un segno di riscatto. Mihajlovic non cambia modulo, ma si presenta con due novità rispetto alla partita precedente: Medel e Orsolini. Al 6′ gli orobici sfiorano il gol con Malinovskyi, ma al 12’ va in gol Palacio pronto a ribattere a rete dopo un palo di Orsolini. Sulle ali dell’entusiasmo i felsinei spingono ancora e vanno vicino al raddoppio in più occasioni.

La seconda frazione di gioco inizia bene: al 53’ Tomiyasu crossa dalla destra, Poli si scaraventa sulla palla, arrivando prima di tutti e di testa insacca, portando il Bologna sul 2-0. Tra gli spalti è festa, ma i ragazzi di Mr. Mihajlovic abbassano la guardia e la Dea ne approfitta per accorciare le distanze al 59’ con Malinovskyi.

Poco dopo Barrow con un pallonetto si libera anche di Skorupski, provvidenziale è il salvataggio che vale un gol per Danilo. Il tecnico serbo sostituisce Medel con Svanberg, ma l’Atalanta non smette il suo pressing e sfiora più volte il gol del pareggio sempre con l’attaccante ucraino.

All’88’ viene espulso Danilo, ma dopo alcuni capovolgimenti di fronte e sofferenze per i petroniani, la gara termina con il Bologna vittorioso per 2-1, una boccata di ossigeno. Tre punti che sono oro colato, e fanno morale. Una buona prova di carattere, con i rossoblù capaci di reagire nei momenti clou della gara.

Valter D'Angelillo

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Twitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS