Aiuto alle famiglie per continuare la produzione

Eccellenze
Tipografia

A Pianoro, un'azienda offre il servizio di babysitteraggio.

Per le coppie di lavoratori non è facile accudire i figli quando le scuole sono chiuse per l’emergenza provocata dal Coronavirus. Per questo motivo la Marchesini Group, azienda leader nelle forniture complete e macchine per il confezionamento (la maggior parte della produzione è destinata al settore farmaceutico), è intervenuta con un progetto di welfare a favore delle famiglie, offrendo gratis un servizio di babysitter per i bambini dei dipendenti.

Da inizio epidemia la direzione ha pensato che fosse necessario non chiudere, mandare avanti la produzione per la fornitura dei prodotti per questo è quanto mai fondamentale il lavoro dei dipendenti. Per arginare il problema dei figli e non mettere i collaboratori nella condizione di dover chiedere aiuto ai nonni o ad altre figura parentali la holding ha affidato il servizio alla Cooperativa che di solito manda gli educatori nelle scuole e invece di andare a scuola vanno a casa delle famiglie.

Gruppo Di Famiglia

Foto: famiglia

Ogni giorno il bambino ha a disposizione, presso il suo domicilio, un operatore che in assenza del genitore lo tiene occupato coinvolgendolo in attività ludico-educative. Il genitore, ogni mattina va a lavorare tranquillo certo di lasciare il figlio in buone mani. Il progetto di babysitting è stato avviato per 25 dipendenti con figli di una fascia d'età che va da 0 ai 14 anni.

L’impegno assunto dalla Marchesini Group, definita punta di diamante dell’economia bolognese e italiana, con le famiglie dei lavoratori durerà tutto il periodo dell’emergenza.

Chiara Garavini

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS