Vincono 5.000 euro quattro laureati in informatica

Primo piano
Tipografia

La Startup SquisEat ha presentato un progetto per ridurre lo spreco del cibo di qualità.

La giovane impresa SquisEat nell’ultimo anno si è occupata di recuperare gli alimenti nel settore della ristorazione, mettendo in relazione consumatori finali e negozi.

Il progetto invece prevede che al fine di ridurre lo spreco di grandi quantità di prodotti con ancora diverse settimane di shelf-life (periodo che va dalla produzione alla vendita), che per motivi di scadenza interna e legati alla GDO (Grande Distribuzione Organizzata), andrebbero altrimenti smaltiti, sia effettuata l’intermediazione tra le aziende produttive e gli operatori dell’Horeca (Industria Alberghiera).

In questo modo i ristoratori e gli operatori dell’Horeca accederanno a prodotti di qualità a prezzi convenienti, riducendo lo sperpero e permettendo alle aziende produttrici di trasformare il costo per lo smaltimento in guadagno.

Supermarcato

Foto: esempio di grande distribuzione

SquisEat ha vinto con il suo straordinario progetto Hack4food, una maratona rivolta a Startup, professionisti di giovane età, ricercatori e studenti universitari che hanno idee di innovazione per la ripartenza e per lo sviluppo sostenibile della filiera cooperativa agroalimentare. Hack4food è stato l’unico progetto italiano ad essere scelto dal bando sulla ripartenza del settore agroalimentare nel periodo del lockdown.

Il premio prevede anche l’accesso al coworking Bi-Rex, la partecipazione a un evento del Future-Food Institute e la visibilità nella rete europea Smart Agri Hubs. Per la giovane impresa si tratta solo di una diversificazione delle attività, visto che la Startup è già attiva nella connessione fra consumatori e ristoranti, negozi di alimenti e rosticcerie per la vendita, a fine giornata delle rimanenze, per evitare sprechi e costi di smaltimento.

SquisEat ha già avuto diversi riconoscimenti: nel 2019 ha vinto il 1° premio nella categoria studenti di ThinK4Food assegnato da Coop Reno; è stata poi tra le vincitrici dello "Startup Day" dell’Università di Bologna; infine è stata scelta tra le 400 Startup in Italia per accedere al programma Hubber dell’acceleratore Nana Bianca.

Silvia Saronne

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Twitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

5 per 1000

Sotiene BNB_dona VirtualCoop 5x1000

REKEEP SpA

Rekeep SpA

CADIAI

Cadiai2018

NELPAESE.IT

 

Logo Nelpaese.it

Legacoop Bologna

Legabo 2017

UNILOG

Unilog Group

BNB Consiglia

METEO

METEO BOLOGNA