Il fiume

Poesie
Tipografia

La montagna è madrela piccola sorgente, la culla.

Spumeggiante e ignaro scende a valle.

Nell’urgenza travolge ogni cosa.

Lo accoglie un azzurro lago che lo imprigiona con dolci lusinghe. Trova però nei gorghi la via d’uscita.

La pianura assetata l’attende.

Sinuosamente, liberamente scorre placido o tumultuoso.

Contento, negli occhi tanta ricchezza. dopo varie anse si congiunge al mare, padre di tutte le acque.

Fiorini Maria Rosa

Condividi

FacebookTwitter
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.