Legacoop Bologna alla ricerca di idee

Imprese
Tipografia

Nuova edizione di “Think4food” post coronavirus.

Legacoop è in cerca di idee innovative riguardanti la filiera cooperativa agroalimentare, con cui ripartire e rilanciare lo sviluppo sostenibile. La richiesta è rivolta a studenti universitari, giovani professionisti e ricercatori, imprese emergenti che siano in grado di mettere a fuoco nuovi progetti. L’iniziativa - atta a stimolare le giovani menti, a cui è richiesto un concreto coinvolgimento nel processo di cambiamento - si chiama “Think4food” ed è giunta alla terza edizione.

Una sorta di concorso pubblico a cui partecipare con idee e forze fresche, attraverso il quale imprese cooperative del settore agroalimentare e giovani talenti, residenti in Italia o all'estero, entrano in contatto e operano attivamente a favore del conseguimento dei 17 punti di sviluppo sostenibile, appartenenti all'Agenda Onu 2030. Fino al 30 settembre 2020 sarà possibile presentare le proprie candidature.

Gli interessati dovranno compilare un modulo sulla piattaforma Think4food. Una giuria composta da esperti del comparto agroalimentare selezionerà le idee migliori da segnalare alle imprese e selezionerà i vincitori. Tre le categorie in gara: Start Up e giovani professionisti (5.000 euro), Ricercatori (3.500 euro), Studenti (1.500 euro).

Così si è espressa la Presidentessa di Legacoop Bologna, Rita Ghedini: “Think4Food è uno strumento a disposizione di tutta la filiera cooperativa agroalimentare per affrontare i cambiamenti in atto e per sostenere le giovani generazioni che con le proprie idee possono dare un contributo determinante per la ripartenza".

Ugo De Santis

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Twitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS