Mercato immobiliare a Bologna

Economia
Tipografia

Previsioni del rilancio del settore locazione dal 2022.

Il 3° Osservatorio sul Mercato Immobiliare 2020 presentato da Nomisma ha evidenziato come, nel primi 6 mesi dell’anno, ci sia stata una flessione di quasi il 20% delle compravendite. Il settore immobiliare ha risentito fortemente, quindi, dell’emergenza sanitaria che si è imposta a partire da fine febbraio. I dati evidenziano, infatti, un calo nel primo trimestre dell’anno pari a 15,5%, seguito da una flessione ancora più decisa pari al 27,2% nel secondo trimestre.

Non sono stati solo gli acquisti e le vendite che hanno risentito di questo clima incerto, ma anche il settore degli affitti si è trovato in difficoltà. Nella città di Bologna, importante polo universitario del Nord Italia, è stato rilevato un boom dell’offerta di case in affitto. La causa è dovuta alla mancanza momentanea dei tanti studenti nel capoluogo emiliano. Una flessione che, però, non durerà a lungo.

Secondi i dati dell'Istituto di Ricerca Nomisma, infatti, Bologna sarà una delle prime città, assieme a Milano, a ripartire con slancio già dal 2022, soprattutto nel mercato residenziale. Sulla base di questa spinta si muoveranno gli investimenti nel mattone, soprattutto nel comparto della locazione. Se l’affitto a famiglie può, talvolta, trasformarsi in un rischio, la forma di locazione a studenti si rivela più remunerativa e sicura.

Bologna Vista Da Sopra

Foto: panoramica dall'alto di Bologna

È in quest'ottica che investire in una proprietà da mettere a reddito può essere una mossa vincente. L'aspetto più importante è affidarsi a un’agenzia della zona valida e competente, come ad esempio Dove.it. Questa agenzia ha fatto della professionalità che la contraddistingue il suo punto di forza, soprattutto nell’ambito dell’immobiliare a Bologna. Affidarsi a esperti del settore, rinomati a livello regionale e nazionale, è l’ideale per chiudere le compravendite facilmente e senza problemi.

L’offerta degli affitti nella prima parte dell’anno ha causato una temporanea flessione del volume delle locazioni, pari a 1,2%. Un aspetto positivo vede però la conferma dei rendimenti medi delle locazioni che, nell’ultimo biennio, si sono attestati attorno al 4,7%. Nella città delle Due Torri si è assistito anche a un calo delle compravendite, che, tuttavia, è risultato più contenuto rispetto a città che hanno sofferto molto di più la crisi del settore. 

A livello nazionale, infatti, le previsioni alla fine del 2020 stimano un totale di transazioni quotato intorno alle 500mila operazioni immobiliari. Secondo uno scenario più scoraggiante, il calo potrebbe raggiungere anche le 491 mila transazioni. Si dovrà attendere la fine del prossimo triennio per vedere manifestarsi i primi segnali incoraggianti nel mercato immobiliare, con il ritorno ai livelli pre Covid-19 di compravendite e locazioni.

AV

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Twitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Dona per BNB

Pixel

5 per 1000

Sotiene BNB_dona VirtualCoop 5x1000

BNB Consiglia

logo

Le Poesie

METEO

METEO BOLOGNA