La Formula 1 nella stagione del coronavirus

Sport
Tipografia

Il Mondiale 2020 dovrebbe essere articolato su diciannove manifestazioni in sedici Nazioni.

Ormai dovremmo essere ad un passo dalla definizione ufficiale della partenza del Campionato 2020 di Formula 1. Nonostante tutte le difficoltà dovute alla pandemia che ha colpito moltissime Nazioni del mondo, il via sembra che avverrà in Austria con due gare che si svolgeranno il 5 e il 12 luglio a Spielberg

Rimane comunque l’incognita delle possibili autonome decisioni più generali dei vari Governi nazionali che potrebbero sempre cambiare le regole dei comportamenti in funzione dell’andamento del contagio del #Covid19. Il calendario quindi non è ancora ufficiale, ma una bozza degli appuntamenti del Mondiale F1 piuttosto attendibile (fonte Italiaracing), lo riportiamo in fondo a questo articolo.

Dopo la permanenza in Austria, ci si trasferirà a Silverstone che ospiterà il mondiale il 19 e il 26 luglio. Successivamente si prevede uno spostamento a Barcellona per il GP di Spagna previsto per il weekend del 9 agosto, quindi si dovrebbe approdare a Budapest il 23 agosto per il Gran Premio di Ungheria. 

Finalmente il 6 settembre, salvo ricadute della pandemia, sarà il turno di Monza con il GP di Italia e la settimana subito seguente, toccherà a Spa organizzare il GP del Belgio. Sempre a settembre, senza pause, si correrà a Baku il GP dell'Azerbaijan e il 27 toccherà a Sochi ospitare il circus con il GP di Russia.

Box Di Formula1

Foto: meccanico sfinito ai box

Poi il 4 ottobre sarà il turno di Shanghai per il recupero del GP di Cina e l'11 ottobre si volerà in Giappone sul circuito di Suzuka. Dopo una brevissima pausa di una settimana, si tornerà in pista il 25 ottobre per il GP degli USA ad Austin. Rimanendo nel continente americano, si approderà in Messico l'1 novembre e successivamente a San Paolo in Brasile l'8 novembre.

Il primo Gran Premio del Vietnam si correrà sul circuito cittadino di Hanoi il 22 novembre. Le ultime manifestazioni si disputeranno in Medio Oriente, con due Gran Premi del Bahrain, il 29 novembre e il 6 dicembre, e la prova conclusiva ad Abu Dhabi il 13 dicembre.

Sembrano ormai cancellati gli appuntamenti: di Zandvoort (Olanda), di Le Castellet (Francia), di Melbourne (Australia), della classica di Montecarlo (Monaco), di Montreal (Canada) e anche di Singapore che al momento non compare.

Neanche la Germania, con Hockenheim, è riuscita ad inserirsi, così come Imola che aveva proposto la candidatura e il Portogallo, i cui circuiti di Portimao ed Estoril da poco erano stati omologati per poter svolgere Gran Premi di F1. Vedremo presto se nella versione ufficiale e definitiva del calendario le date e gli autodromi saranno confermati o ci saranno altre modifiche.

Calendario provvisorio 2020

A cura di Giulio Capello

Fonte informativa: www.italiaracing.net

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Twitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS