Curarsi e curare il verde

Salute
Tipografia

Bologna sperimenta l'ortoterapia nel trattamento di alcune patologie.

Da sempre occuparsi del verde, ha avuto una valenza curativa, non a caso il giardinaggio è praticato non solo come hobby ma anche come terapia antistress. Da due anni la capacità di prendersi cura del verde è diventata ufficialmente una terapia, un vero e proprio metodo riabilitativo del disagio finalizzato al recupero delle capacità della persona; il nome di questo sistema di cura in italiano è ortoterapia e Bologna è attrezzata bene per praticare questa metodologia di cura attraverso l’uso dei giardini e degli spazi aperti del Parco di Villa Ghigi.

La Fondazione Villa Ghigi infatti, grazie al contesto particolarmente favorevole del parco e alla disponibilità di un grande “orto didattico”, ha avviato una serie di collaborazioni e sperimentazioni su questa tematica, insieme a strutture sanitarie, cooperative sociali e associazioni del settore. Dall'autunno 2015 propone corsi di formazione, moduli di approfondimento e giornate di studi, in collaborazione con le cooperative sociali Agriverde e CSAPSA, ASSIORT- Associazione Italiana Ortoterapia e altri soggetti.

Al via venerdì 26 e sabato 27 ottobre 2018 un modulo di approfondimento sull'ortoterapia. Il modulo, alla sua seconda edizione, è pensato per chi è interessato a progetti in natura rivolti a una utenza affetta da disabilità psichica, mentale o in carico al Dipartimento Salute Mentale e più in generale a chi è interessato all'interazione tra natura e svantaggio. Tra i conduttori dell’iniziativa: Tina Ponzellini (ortoterapista di grandissima esperienza), Raphael Decerf (responsabile del settore riabilitativo della Cooperativa Agriverde).

Vincenzo Bottiglioni

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×