Per il nostro futuro stiamo a casa

Oltre il virus
Tipografia

Uno slogan importante e la tecnologia ci dà una mano.

"Stiamo in casa!" "Restate in casa!": questo è il messaggio che da un po' più di un mese arriva tutti i giorni nelle case degli italiani. La lotta contro la diffusione del Coronavirus si combatte stando a casa, in questo momento è essenziale limitare le uscite, gli incontri, gli assembramenti. Bisogna essere cittadini responsabili è necessario tutelare noi e le nostre famiglie per non diffondere il contagio. Lo Stato ci impone divieti e restrizioni sempre più stringenti.

Nel giro di poche settimane la vita, le nostre vite sono cambiate. L’emergenza #coronavirus ha modificato la quotidianità, la routine, il modo di incontrarci, di salutarci e divertirci. Niente scuola e Università; niente cinema e teatro; niente incontri con gli amici niente concerti. È vero, ma perché arrendersi? Favoriti dallo sviluppo tecnologico, che produce sistemi integrati, informatizzati, digitalizzati abbiamo a disposizione diverse opportunità, per passare le giornate.

Smart Working

Immagine: donna in Smart Working

Le scuole, prime a chiudere, si sono organizzate con piattaforme digitali dedicate alla didattica a distanza per proseguire l’anno scolastico. Tutti i giorni docenti e studenti si collegano da remoto con propri dispositivi per fare lezioni e condividere materiali didattici. Esami e tesi di laurea nell'epoca del COVID-19 si discutono per via telematica. Le aziende, per fronteggiare l’emergenza si sono adeguate potenziando lo Smart Working, lavoro agile. Con questa opportunità i lavoratori possono continuare il loro operato presso il loro domicilio.

La cultura non si ferma con tante iniziative e rassegne per portare mostre, cinema, concerti, teatri a casa con dirette streaming. Sulle pagine social artisti, attori, cantanti, pubblicano video per allentare la tensione di questi giorni con spettacoli e intrattenimento musicale. La difficoltà del contenimento del virus si riflette sui bambini costretti a non uscire, ma a combattere la noia giungono in loro aiuto idee, proposte, attività da fare tra le mura domestiche beneficiando di tanti contenuti digitali e dirette online messi a disposizione.

Supportati da Smartphone e tablet trasformiamo la necessità di rispettare i divieti, in una nuova forma di rispetto comune e condivisa nel nostro millennio.  

Chiara Garavini

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Twitter