Un ottimo traguardo per SACA

Imprese
Tipografia

Il Gruppo leader nel settore della mobilità di persone e merci registra ricavi record.

Il 2018 ha visto un aumento dei ricavi del Gruppo SACA saliti da 46 ai 50 milioni di euro, come le unità lavorative che sono passate da 770 a 790. La Cooperativa bolognese ha effettuato ingenti investimenti (si parla di 5 milioni di euro) per acquistare mezzi più nuovi, moderni e all'avanguardia così da poter realizzare altre opere infrastrutturali.

Il Presidente del Gruppo, Alessio Passini ha voluto sottolineare come questi ottimi traguardi raggiunti siano il risultato di un costante e duro lavoro quotidiano svolto da soci e dipendenti dell’azienda. 

SACA è il Gruppo leader nel settore dell’autonoleggio con conducente, sia di auto che di furgoni e pullman, attivo non solo in Emilia-Romagna ma anche in Liguria e con oltre 11 milioni di km percorsi ogni anno, un’azienda che continua a crescere e a migliorare sul piano strutturale.

SACA Auto Per Cerimonia

Foto: auto di SACA usata per cerimonie

La Cooperativa, che fa parte di Confcooperative, attualmente sta terminando un nuovo impianto logistico su un’area di oltre 15.000 metri quadri e che verrà inaugurato in autunno, un’opera ambiziosa alle porte di Bologna.

Inoltre il Gruppo ha deciso di organizzare corsi di formazione rivolti a tutti coloro che non fanno più parte del circuito lavorativo per consentirgli di ottenere la patente e un certificato di qualificazione per guidare mezzi pesanti di trasporto persone.

Un progetto questo che sta molto a cuore a SACA che così potrà aiutare chi si trova ad affrontare problemi economici, darà a tanta gente l’opportunità di rientrare nel mondo del lavoro anche perché è in costante aumento la domanda di autisti professionisti per trasportare merci e persone.

SACA prende parte anche al CAR Sharing elettrico chiamato “Corrente”, attivo a Bologna e Ferrara, un servizio efficiente ma soprattutto attento all'ambiente, confermando così l’interesse dell’azienda per l’uso di energie alternative, rinnovabili, decisamente green.

Valentina Trebbi

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS