Un Concerto Straordinario

Spettacolo
Tipografia

Il Teatro Laura Betti ospita le incantevoli marionette russe del Teatro di Obraszov.

Lo sapevate che quando Carlo Collodi diede vita a Pinocchio fece un po' di confusione? Lo scrittore infatti intitolò il suo libro Storia di un burattino mentre Pinocchio era... una marionetta, cioè un pupazzo con gambe e braccia mosse da fili. Un altro fraintendimento ancora diffuso nel nostro paese è che il “teatro di figura”, il teatro ovvero dei burattini, dei pupazzi, delle marionette e degli oggetti, sia esclusivamente dedicato ai bambini.

Il teatro di figura in realtà, come sottolinea il critico Mario Bianchi nel suo ricco Atlante del teatro ragazzi in Italia (Titivillus 2009), è «un linguaggio autonomo, di grandissimo livello, quando è praticato bene, e affonda le sue radici in una tradizione millenaria, e ha fatto parte in maniera preponderante anche delle avanguardie storiche dell'arte». Per toccare con mano tutto questo e prepararvi alle festività natalizie con un'immersione nello stupore e nella meraviglia, non perdetevi il Concerto Straordinario del Teatro delle Marionette di Obraszov, venerdì 7 dicembre alle ore 18:00 al Teatro Laura Betti di Casalecchio di Reno (BO).

È un teatro, quello della compagnia russa, che affonda le radici nel 1931, grazie all'abilità e al furore creativo di Sergej Obraszov, che fu attore, regista e burattinaio oltre che marionettista, capace quindi di muovere i pupazzi anche senza fili, con le sole mani, oppure, come amò fare negli ultimi anni della sua produzione, unicamente con le dita. Nel suo Teatro delle Marionette di Obraszov ha allestito 61 spettacoli ed è divenuto una delle maggiori figure di riferimento della cultura russa ed europea del Novecento, ottenendo numerosi riconoscimenti e aprendo la strada a scenografi, attori, marionettisti, artisti e registi che negli anni Settanta ne furono allievi all'Accademia russa delle arti teatrali.

Sergej Obraszov

Foto: Sergej Obraszov

Sospesa tra sperimentazione e tradizione l'eredità raccolta dal gruppo attuale, composto da oltre 300 persone, vive ancora di grandissimo successo e oggi ha sede a Mosca, in cui ancora si occupa di formazione, applicandosi per aggiornare tecniche e repertorio e mantenendo aperto al pubblico l'enorme Museo delle marionette, voluto dallo stesso Obraszov. Il Centro è considerato “patrimonio inestimabile” della Russia e qui grandi e piccoli vengono quotidianamente accompagnati in visite guidate alla scoperta della creazione e della storia di pupazzi, burattini e marionette provenienti da tutto il mondo.

Di respiro internazionale sono anche le tournée del Teatro di Obraszov che nei suoi sessant'anni di attività ha toccato Europa, Stati Uniti, Asia, Corea del Sud e Africa, stimolando sempre molta curiosità, soprattutto, come ha raccontato uno dei membri della compagnia, il marionettista Roman Bakamoni, nel mondo arabo.

Nella nostra provincia bolognese invece, dopo aver portato La lampada di Aladino lo scorso 1 dicembre alla Casa del Popolo di Castello D'Argile, il gruppo approda al Teatro Laura Betti di Casalecchio di Reno con uno dei suoi cavalli di battaglia, il Concerto Straordinario per l'appunto, dove in un Gala di brani le marionette si scateneranno in un'ironica parodia di artisti. Cantanti, ballerini, musicisti e prestigiatori saranno i protagonisti di un'esilarante messinscena in cui anche agli spettatori è dato partecipare, con i loro applausi e sostenendo con il proprio tifo i numeri di questi bizzarri artisti a cui sarà impossibile non affezionarsi.

Concerto Straordinario Obraszov

Foto: le marionette del Teatro di Obraszov

Buon divertimento dunque, e spingete voi stessi e i vostri bambini a uscire dalle stanze e a chiudere i pc. Recatevi a teatro, lasciatevi trasportare dall'incontro con questa antichissima arte, così come ci esorta a fare la compagnia, perché non c'è niente che potrà mai sostituirla e perché, ci insegna Obraszov, la magia è già nelle tue mani, basta muoverle e... che il concerto abbia inizio!

Incluso nel Guinness dei primati, per il maggior numero di spettatori al mondo, lo spettacolo è inserito nell'ambito della Russian Seasons 2018 e della Festa degli Elfi-Natale di Casalecchio 2018 in collaborazione con Casalecchio fa Centro.

Si segnala ai lettori di BNB che il sito del Teatro delle Marionette di Obraszov è accessibile a persone ipovedenti e che fornisce utili indicazioni sulla struttura, anch'essa costruita secondo criteri di accessibilità, per tutte le persone con disabilità motoria che scelgono di visitarlo.

Per ulteriori informazioni: www.teatrocasalecchio.it  |  www.puppet.ru

Lucia Cominoli

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×