Non fermiamo l'allegria con Bimbo Tu Live

Associazioni
Tipografia

Il servizio continua nonostante l’emergenza #coronavirus.

Il progetto Bimbo Tu, lancia il suo live per non lasciare soli i bambini ricoverati nelle aree pediatriche del reparto di Neuroscienze dell’Ospedale Bellaria, per coinvolgere le famiglie e l’intera cittadinanza. L’imperativo di questi giorni è restare a casa, fondamentale per tutti non uscire.

Diventa difficile far passare le giornate soprattutto alle giovani generazioni costrette a cambiare radicalmente le abitudini a causa delle restrizioni dettate dal Governo italiano estese a tutta la Nazione. Un grande aiuto arriva da Bimbo Tu Live, con l’iniziativa tutti i bambini possono godere di ore divertenti e di svago senza spostarsi dalle loro abitazioni con dirette trasmesse sulla pagina Facebook. Ogni giorno due appuntamenti con proposte ludico-creative gestite dai volontari, da vivere virtualmente insieme.

Bimbo Tu Locandina

Immagine: locandina Bimbo Tu Live

Alle 10:00 e alle 16:00, come per magia, saremo piacevolmente coccolati da narratori di fiabe con le loro letture animate, da magici spettacoli di magia, appassionanti e interessanti laboratori di cucina, che insegnano come preparare ricette gustose e saporite ed ancora ci terrà compagnia un pazzesco telegiornale satirico TG TU condotto dal comico Paolo Maria Veronica, seguiamo le lezioni di inglese. Molta è l'offerta in programma per affrontare con estrema leggerezza il periodo di difficoltà che stiamo vivendo, per favorire situazioni già compromesse dalla malattia.

L’Associazione Bimbo Tu Onlus, nata nel 2007, offre un sostegno psicologico ai piccoli pazienti affetti da gravi malattie, per portare il calore di casa in ospedale. Favorire un percorso sereno di cura verso un futuro libero da sofferenze è il principale obiettivo per tutti i volontari, che nel periodo di emergenza per il Covid-19 si attivano per portare dentro e fuori dall'ospedale il loro contributo in modo diverso.

Chiara Garavini

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS