La CADIAI con i bambini e le famiglie

Cooperative
Tipografia

#Fase2 proposta educativa per i bambini che non possono rientrare al nido.

#Iorestoalnidoeascuola è il percorso pedagogico della CADIAI di Bologna, pensato per mantenere rapporti con le famiglie e una alternanza educativa. Il progetto trasferisce l’esperienza giornaliera dei servizi all'interno delle case per entrare in relazione con le famiglie, cercando di mantenere tutti gli elementi che caratterizzano la vita quotidiana all'interno della struttura.

È partito, in via sperimentale, solo da qualche settimana ed è operativo su tutti i nidi e scuole dell’infanzia della CADAI che, con questa nuova iniziativa, riconferma il suo valore educativo e la volontà di stabilire un legame sempre più forte con le famiglie e con i bambini.

Il lavoro elaborato da professionisti (educatori, insegnanti, pedagogisti) viene messo al servizio delle famiglie con proposte concrete atte a sviluppare nel bambino processi di crescita efficaci con tecniche innovative. Le offerte disponibili avviate si concretizzano in attività come ad esempio: il canale CADIAI Infanzia su YouTube, dove si possono consultare video tematici, laboratori, incontri, in spazi di download, per proposte specifiche delle sezioni del nido e delle scuole.

Bimbolibro

Foto: bimbo sfoglia un libro

Inoltre, fiabe al telefono attivo dal lunedì a venerdì per l’ascolto di un racconto narrato da un’educatrice; il servizio colloqui virtuali utile per chi desidera condividere e raccontarsi le giornate. In questo momento di criticità con scuole e asili chiuse, i genitori devono ricoprire il ruolo che solitamente è affidato agli insegnanti. Per non lasciarli soli, la Cooperativa ha potenziato lo sportello pedagogico per avere momenti di confronto con l’equipe.

Il successo delle modalità messe in campo è testimoniato dai tanti feedback positivi dei genitori, che ringraziano gli organizzatori per aver ideato #ioreastoalnidoeascuola. Al progetto hanno aderito il Comune di Bologna e altri comuni della Città Metropolitana.

Chiara Garavini

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS