Commemorare i defunti

Stili e tendenze
Tipografia

La solennità risale alla fine del X secolo d.C., ideata dal frate benedettino Sant'Odilone di Clunny.

È diffusa in tutti e 5 i continenti e tutti con i propri riti e le proprie usanze. In Italia viene celebrata il 2 novembre, seppur con credenze differenti da regione in regione; in Sicilia, per esempio nella notte di tutti i Santi, la regola vuole che i defunti dei familiari lascino piccoli doni ai bambini assieme alla "frutta di martorana", un dolcetto tipico siciliano, molto simile al marzapane con delle forme che ricordano frutta e ortaggi.

Anche in molte altre località c’è l’usanza di creare dolcetti chiamati "dolci dei morti", come a Perugia con le caratteristiche "fave dei morti". In altre città, invece, ci sono consuetudini non prettamente culinarie, basti pensare che sull'Argentario è tradizione cucire delle tasche sui vestiti di bambini meno abbienti, affinché essi possano raccogliervi all'interno cibarie o danaro. In Abruzzo c’è la prassi, tipicamente anglosassone, di intagliare le zucche ed accendervi un cero dentro.

Dolce Pesca Di Marzapane

Foto: pesche di marzapane tipico dolce del giorno dei morti

Recandoci all'estero, nei paesi sudamericani, uno tra i più famosi tipi di festeggiamento è: "El Día de los Muertos" in Messico, dove oltre a far visita ai propri cari, sulle tombe si depone un gioco se il defunto è un bimbo, oppure bottiglie di alcolici, al fine di agevolarne il ritorno su questa terra; inoltre, in alcune località messicane è ancora in voga la pratica di addobbare la tomba dei propri defunti.

In Brasile, la ricorrenza è denominata: "Il gioco delle anime", qui la solennità viene celebrata abbigliandosi con vestiti con colori sgargianti, ascoltando tanta musica e mangiando cibarie varie; i festeggiamenti durano anche per giorni e giorni rifacendosi all'Era precolombiana, prima cioè che venisse riadattata dalla Chiesa Cattolica. Nelle Filippine le tombe dei propri cari vengono abbellite di tutto punto

Valter D'Angelillo

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS