Campionato femminile di calcio al giro di boa

Sport
Tipografia

Dominio Juve, Sassuolo rivelazione, Inter in confusione.

Termina il girone di andata della Serie A femminile di calcio, con le solite conferme e qualche sorpresa sia dolce sia amara. Premesso che esistono quattro squadre di livello superiore alle altre (nell'ordine di classifica: Juve, Fiorentina, Roma, Milan) bisogna poi aggiungere che la squadra piemontese stacca decisamente le rivali, chiudendo la prima parte della competizione a +6 sulla seconda.

Al momento le altre tre “sorelle” non appaiono in grado di impensierire la compagine bianconera, che (suicidio sportivo a parte, in verità assai improbabile) si avvia verso la conquista del titolo. La verità è che la struttura societaria juventina è al momento la più organizzata, competente e forse quella più intenzionata a sborsare.

Sì perché i grandi club non è detto che intendano spendere più di tanto nel femminile e questo è un peccato, poiché dopo l’ottimo mondiale condotto dalle azzurre l’anno scorso, è questo il momento del salto di qualità netto per la Serie A. E poi abbiamo le piccole società che nonostante i mezzi limitati, riescono a far bene, vedi il brillante Sassuolo, quinto o se vogliamo primo tra le provinciali.

Discorso a parte per l’Inter, decisamente deludente. Sì l’anno scorso militava in B, ma a seguito di una campagna acquisti sulla carta importante, si poneva come rivale delle quattro big e invece ha chiuso all'ottavo posto. Ora è appena arrivata una nuova calciatrice e pare che seguiranno altri acquisti, vedremo.

L’augurio è che chi ha i soldi e butta milioni di euro nelle squadre maschili, si decida a investire nel settore femminile, per creare un’onda virtuosa che dia dignità al settore.

Ugo De Santis

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS