Un buon Bologna perde di misura al Meazza

Sport
Tipografia

Milan vs Bologna 2-1. Con questa partita i felsinei chiudono quasi definitivamente il discorso salvezza.

Mihajlovic dispone la squadra con il 4-2-3-1 uniche novità sono con Calabresi e Svanberg e Poli sulla mediana. I meneghini partono subito forte e sfiorano il gol al 9’ con un tiro da fuori area di Calhanoglu, dove l’attento Skorupski disinnesca il tiro, e nei minuti a seguire un colpo di testa di Musacchio che sfiora il palo.

I bolognesi prendono le misure e al quarto d’ora vanno vicinissimi al gol con Orsolini e il portiere milanese sventa il pericolo subito dopo con Palacio e al 22’ con Svanberg che sfiora l’incrocio dei pali. Un lampo del polacco Piatek non ferma i rossoblù che al 29’ si vedono annullare un gol del Trenza per fuorigioco e poco dopo Abate ci mette una pezza su un missile di Sansone.

Come sempre accade nel calcio, una squadra gioca bene e l’avversaria segna. Al 37’ batti e ribatti in area bolognese e Suso tira un gran diagonale che si insacca nell'angolo basso della porta 1-0 per il Milan. Il Bologna sembra accusare il colpo, infatti sul finire del primo tempo, Skorupski sventa un tiro di Piatek, bloccando il pallone. Ad inizio ripresa Calhanoglu tira ma non inquadra d’un soffio la porta e sul rovesciamento di fronte Pulghar imita Calhanoglu ma trova preparato il portiere rossonero che devia sul fondo.

Azione Di Gioco LaPresse

Foto: azione di gioco tra Milan e Bologna © LaPresse

Fino al 63’ sembra esserci un sostanziale equilibrio, ma arriva la doccia fredda e il Milan raddoppia: da fuori area Paquetá tira, che Lyanco tocca e il portiere felsineo para ma da due passi c’è il tap-in vincente di Borini, appena entrato. Il Bologna però, non demorde e al 72’ accorcia le distanze con il neo entrato Destro su assist di Sansone.

Da qui la partita va su un altro binario, al 74’ Paquetá reagisce ad un fallo di Pulgar e protesta vivacemente, venendo prima ammonito e poi mandato anzitempo sotto la doccia dall’arbitro Di Bello. La partita sembra segnata per il Milan ed i Bolognesi sembrano approfittarne, Mihajlovic inserisce Santander ed Edera e proprio il paraguaiano serve a Poli una palla d’oro, ma la spreca malamente e sempre El Ropero serve a Palacio che manda alto il tiro, negli ultimi secondi sempre Donnarumma nega il gol del meritato pareggio ad Edera.

Termina così una partita che i rossoblù meritavano di vincere, ma ci sta il pareggio per il gioco espresso. Le uniche pecche sono le espulsioni di Sansone per seconda ammonizione e di Dijks per parole irriguardose rivolte all'arbitro; salteranno entrambi il prossimo incontro insieme a Poli che era diffidato ed ammonito. Una buona squadra che se continua così, avrà la strada per la salvezza tutta in piano.

Valter D'Angelillo

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.