Bologna corsaro a Milano, sponda Inter 0-1

Sport
Tipografia

I rossoblù sbancano il Meazza, grazie al gol de El Ropero.

È proprio il caso di dirlo, buona la prima per Mihajlovic, la seconda avventura alla guida del Bologna, non poteva iniziare nel migliore dei modi, un’importantissima vittoria contro l’Inter, peraltro sua ex squadra. Mr. Mihajlovic dispone la sua squadra con un 4-3-3 mascherato; unica novità è il nuovo acquisto: Lyanco in difesa e di Soriano a centrocampo.

L’avvio non è dei migliori infatti non passano 30“che Poli, con un retropassaggio al portiere, serve l’accorrente Icardi, che spreca malamente. Superata la paura, il Bologna, diventa più intraprendente e comincia a macinare gioco. All'8’ il portiere nerazzurro, compie un miracolo su tiro di Orsolini.

L’Inter fatica a trovare gioco e continuità, mentre i felsinei producono delle azioni pregevoli, al 13’ e al 27’, quando Soriano e Santander duettano in velocità, richiamando il portiere interista a fare lo straordinario. 

Al 33’ su calcio d’angolo, Pulgar, mette il pallone sulla testa di Santander che non si lascia sfuggire e insacca nella rete, portando il Bologna in vantaggio. Solo verso la fine del tempo i padroni di casa tentano una timida reazione con Vecino che tira fuori, graziando Skorupski. Al 39’ nuovo miracolo di Handanovic, su tiro del solito Pulgar. Il primo tempo termina con il Bologna avanti per 1-0.

Allenatore Del Bologna Mihajlovic

Foto: Sinisa Mihajlovic allenatore del Bologna FC

Il secondo tempo inizia con una brutta notizia per Mr. Mihajlovic, che si trova costretto a sostituire Lyanco per infortunio e a far entrare Gonzalez. Al 51’ Skoruspky, para su un evanescente Nainggolan. Il forcing dell’Inter finisce al 65’ con un colpo di testa di L. Martinez che sfiora il palo. Nonostante la stanchezza cominci a farsi sentire, gli ospiti riescono a restare sempre in gara.

Al 70’ Danilo impedisce al numero 9 interista di pareggiare. Il Mr. dei padroni di casa per dare spessore al gioco, inserisce Ranocchia, ma la squadra rossoblù si disimpegna senza troppi affanni, un solo un brivido al 87’ su tiro di Ranocchia, qui il portiere bolognese allontana il pallone, brivido che si ripete nei minuti di recupero con L. Martinez che spara fuori.

Finisce così, con la vittoria del Bologna, una vittoria che mancava da 4 mesi e sopratutto la prima fuori dalle mura amiche, che fa ben sperare per il futuro. Non c’è dubbio che la sostituzione alla guida della squadra abbia prodotto la scossa necessaria e a far ripartire un ambiente demotivato.

Valter D'Angelillo

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×