SDGs Summit 2019

Imprese
Tipografia

A Bruxelles le imprese si confrontano sulla sostenibilità.

L’evento promosso da CSREurope per discutere di impegni e azioni del settore privato per l’Agenda 2030.

Lo scorso 7 maggio si è tenuta a Bruxelles la terza edizione del “SDG Summit”, organizzato da CSREurope – organizzazione europea che si occupa di promuovere la sostenibilità nelle imprese - nell'ambito dello European Business Summit, che ha visto la partecipazione di quasi 500 partecipanti da tutta Europa, provenienti dal mondo delle imprese, delle associazioni e delle istituzioni. 

L’evento si è affermato negli anni come un appuntamento annuale per riunire imprese e stakeholder che condividono il linguaggio comune degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (SDGs nell’acronimo inglese) e sostenere un approccio integrato europeo e globale da parte delle imprese verso il raggiungimento dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

CSR Europe Logo

Immagine: CSR Europe Logo

Molto importante è stata la testimonianza di Enrico Giovannini, portavoce di ASvis – Alleanza per lo sviluppo sostenibile, organizzazione nata in Italia nel 2016 per promuovere e stimolare il raggiungimento degli SDGs in Italia: Giovannini ha fatto una riflessione sull’urgenza di invertire la rotta verso una maggiore sostenibilità, presentando il lavoro che ASviS e i suoi associati – tra cui Impronta Etica – stanno portando avanti nel nostro Paese

Diverse aziende si sono succedute sul palco per raccontare il loro approccio alla sostenibilità e sottolineare l’importanza di assumere la leadership per un cambiamento effettivo e sistemico che possa determinare un effettivo impatto positivo in termini ambientali sociali ed economici, in linea con gli ambiziosi Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

Durante l’evento, inoltre, CSR Europe ha lanciato la “CEO Call for a New Deal for Europe”, una chiamata all'azione e alla collaborazione che ha come destinatari le imprese, la politica e la società civile. La Call viene lanciata in un momento importante per il futuro dell’Europa e simboleggia l’inizio di una nuova decade per CSREurope, le sue imprese socie e i National Partners Organisation (come Impronta Etica) all’insegna della collaborazione per guidare la transizione, sotto la guida degli SDGs come driver per innovazione e sviluppo sostenibile. Con la Call le imprese si impegnano a creare valore per la società e promuovere un’economia sostenibile, agendo con obiettivi chiari, consci del fatto che ciascuna impresa ha delle responsabilità e deve contribuire direttamente al cambiamento verso una maggiore sostenibilità. 

Ilham Kadri CEOs Call To Action 07052019

Foto: Ilham Kadri 

I nostri soci Coop Alleanza 3.0, Consorzio Integra, Gruppo Hera ed SCS hanno già aderito alla CEO Call insieme ad altre 100 aziende a livello europeo. CSREurope ha deciso di lasciare aperta l’adesione alla CEO Call fino alla fine di settembre: le aziende che vogliono aderire possono farlo attraverso questo link sul sito di CSREurope.  

Nell'ambito dell’Agenda 2030 le imprese hanno un ruolo determinante nel promuovere una sempre maggiore sostenibilità a livello sociale, ambientale ed economico, ed è molto importante che siano loro stesse le prime testimoni dell’urgenza di un’inversione di rotta nel modo di fare impresa e produrre valore: grazie ad iniziative come la “CEO Call for a new deal for Europe” è possibile accrescere la conoscenza di questi temi e un sempre maggiore coinvolgimento delle imprese. 

A cura di Impronta Etica

Impronta Etica è un’associazione senza scopo di lucro costituitasi nel 2001 per
la promozione e lo sviluppo della sostenibilità e della responsabilità sociale d’impresa (RSI).

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS