L’impegno degli attori del territorio verso una crescita sostenibile

Imprese
Tipografia

Si è svolta a Bologna l'8a tappa del Salone della CSR e dell'innovazione sociale.

Il 9 aprile presso il DAMSLab dell’Università di Bologna, Impronta Etica, con il supporto di SCS Consulting e il Patrocinio dell’Alma Mater Studiorum Università degli Studi di Bologna, ha organizzato la tappa bolognese de:Il Salone della CSR e dell’innovazione sociale”.

Per l’Associazione e per le sue imprese socie l’iniziativa rappresenta un importante appuntamento annuale di confronto con le imprese e gli attori del territorio che hanno compreso il valore strategico dell’innovazione e della sostenibilità per lo sviluppo della città e a livello più ampio per la società nel suo complesso.

CSR Locandina

Immagine: locandina dell'iniziativa 

Tanti gli ospiti e le esperienze presenti, dall'Università di Bologna, al Comune di Bologna, dalla Regione Emilia-Romagna alle imprese del territorio, che hanno condiviso il proprio impegno verso una crescita competitiva e sostenibile, a riprova di come la Regione emiliano-romagnola e più nello specifico Bologna, siano dei contesti fertili per la sostenibilità. Come ha evidenziato Rossella Sobrero, Gruppo Promotore Il Salone CSR e innovazione sociale, si tratta infatti di un territorio che sta crescendo nel tempo in termini di confronto, collaborazione e partecipazione sui temi della responsabilità sociale d’impresa e sostenibilità, grazie ad un forte coinvolgimento anche da parte delle istituzioni. Per alimentare questa crescita positiva tutti i relatori hanno condiviso la necessità di creare nuovi spazi d’incontro e condivisione per ampliare la consapevolezza sull'urgenza della sostenibilità.

La giornata è stata introdotta da un intervento di Pierluigi Stefanini, Presidente dell’ASviS - Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile - che ha ribadito l’importanza dell’Agenda 2030 e il ruolo centrale delle imprese per concorrere al raggiungimento degli SDGs, gli obiettivi di sviluppo sostenibile lanciati dall'ONU sono infatti l’unica strada per invertire gli attuali modelli di sviluppo verso uno crescita che sia sostenibile per le generazioni future. A questo proposito, Stefanini ha sottolineato come sia fondamentale guardarsi dalle mode rafforzando la governance e l’integrazione della sostenibilità in tutte le attività d’impresa.

Nella mattinata si sono poi susseguiti casi di successo di diverse imprese sostenibili del territorio: fil rouge delle testimonianze è stato il racconto di come ogni impresa, secondo le proprie specificità, obiettivi, mezzi a disposizione, crea valore per il territorio in cui opera.

Un focus specifico dell’evento è stato sul “futuro del lavoro”, approfondito sia con una riflessione nella tarda mattinata sia con lo svolgimento di workshop paralleli nel pomeriggio. Credendo nella forte potenzialità del confronto multistakeholder che un’iniziativa come il Salone permette di promuovere, quest’anno Impronta Etica ha infatti voluto coinvolgere in modo attivo i partecipanti all'evento anche in tavoli di lavoro

VIII Tappa Del Salone Della CSR

Foto: partecipanti all'iniziativa di Bologna

Impronta Etica e SCS Consulting, facilitatori dei workshop, hanno definito degli ambiti specifici di riflessione sul tema che sono stati oggetto dei gruppi di lavoro: Gap di competenze, inteso come sempre maggiore divario tra le competenze necessarie per l’evoluzione e quelle presenti in azienda; Nuove tecnologie e relativi impatti sul lavoro, sia in termini di modelli di business, che di evoluzioni organizzative e di processi produttivi; Open innovation intesa come la creazione di partnership, di ecosistemi di impresa e di filiera, come canale per generare innovazione di prodotto/servizio e di processo nelle imprese, nonché per ragionare di nuove competenze e nuove soluzioni; Business – Education partnership ovvero esperienze di partenariati tra imprese e sistema formativo come strumenti per portare importanti risultati in termini di acquisizione e sviluppo - per i giovani - delle nuove competenze lavorative richieste dal mercato; Competenze “in movimento” inteso come una sempre minore rigidità nei ruoli a favore di una maggiore mobilità dei lavoratori tra diverse attività e ambiti lavorativi. 

A partire da questi ambiti i partecipanti hanno condiviso spunti di riflessione con particolare riferimento a ruolo, sfide e opportunità per le imprese. Gli esiti di questi tavoli di lavoro costituiranno l’avvio di un percorso di elaborazione a cura di Impronta Etica ed SCS Consulting che li vedrà impegnati nei prossimi mesi.

I materiali dell’evento sono disponibili sul sito di Impronta Etica a questo link

A cura di Impronta Etica 

Impronta Etica è un’associazione senza scopo di lucro costituitasi nel 2001 per
la promozione e lo sviluppo della sostenibilità e della responsabilità sociale d’impresa (RSI).

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.