La Colletta del Libro torna a Bologna

© www.cpiabologna.it

Sociale
Tipografia

Una bellissima iniziativa solidale per le scuole del carcere.

Dal 4 ottobre la città di Bologna ospiterà questa importante iniziativa a favore della scuola del carcere della città; verranno raccolti libri e materiale di cancelleria che sarà appunto destinato a questi studenti speciali! L’evento è promosso dalla Federazione Librai e dalla Federazione Cartolai Confcommercio Ascom Bologna e durante questa giornata i volontari presenti nei negozi che aderiscono all’iniziativa, inviteranno i clienti a comprare libri da donare poi alla scuola carceraria della città. Si tratta di una colletta che esiste già da tre anni e che serve a far capire e valorizzare l’importanza della cultura perché attraverso l’apprendimento e la lettura si cresce, si abbattono tante barriere e ci si apre a un altro mondo, ad altre realtà anche se ci si trova in condizioni di isolamento.

Visto il successo delle passate edizioni, il progetto continua ad essere proposto e mira a regalare ai detenuti ma anche a minori svantaggiati vari articoli che permetteranno loro di crescere e arricchirsi, un piccolo segno di speranza e di rinascita che può davvero fare la differenza e aiutare chi si trova in condizioni di disagio. Cultura vuol dire opportunità di riprendere in mano la propria vita, di migliorare e persino di riscattarsi, è sinonimo di speranza ed è incredibile quanto bene possa fare la semplice lettura di un libro, proprio per questi tanti motivi le librerie che hanno deciso di partecipare sono numerose e non solo in città ma anche in provincia.

In particolare la scuola che si trova all’interno del carcere è fondamentale per realizzare percorsi di educazione, per reinserire gradualmente il detenuto nel tessuto sociale e per fargli acquisire quelle competenze di base che gli torneranno utili una volta che uscirà di prigione. Nella Casa Circondariale di Bologna, il Centro per l’istruzione degli Adulti, realizza opere d’alfabetizzazione, apprendimento della lingua italiana rivolto ai detenuti stranieri fino ad arrivare al conseguimento di una certificazione di conoscenza della lingua italiana utile per poter poi essere inseriti nel mondo del lavoro.

Libreria

Foto: libreria

Secondo l’art. 34 della nostra Costituzione la scuola dentro il carcere è un diritto dei detenuti e una possibilità per loro di recuperare un’identità, di rivedere e riprogettare la propria vita e di aiutarli così a ricominciare un’esistenza normale, può essere un modo per iniziare una vita nuova e più ricca sotto tanti aspetti.

La colletta del libro è quindi molto utile, un’idea davvero pratica perché fornisce appunto materiale e strumenti indispensabili per svolgere al meglio le varie attività didattiche e poter spaziare in tutti i campi trattando vari argomenti e materie che permetteranno un arricchimento individuale davvero notevole. Confcommercio Ascom Bologna è un’associazione che si occupa da sempre di tutelare gli interessi delle piccole e medie imprese ma che appoggia anche progetti solidali, rivolti ad aiutare chi ha bisogno e che ha sempre un occhio di riguardo per tutto ciò che concerne la beneficienza e le opere rivolte ad aiutare gli altri.

Fare del bene non è difficile, adesso le possibilità sono tante e si troverà sicuramente la proposta che ci interessa maggiormente ma quest’idea di regalare, materiale scolastico e libri è importante per tanti motivi ma soprattutto perché aiuta a diffondere cultura la prima forma per aprirsi nuovi orizzonti.

Valentina Trebbi

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×